Regione, Garante ed associazioni a confronto per rilanciare l’affido dei minori in Calabria

bambino“Le associazioni aderenti al coordinamente calabrese della  rete  “crescere al Sud” promossa da Save The Children e da Fondazione con il Sud ed alla campagna Donare Futuro, esprimono il loro apprezzamento per l’iniziativa promossa dal Garante per l’infanzia Antonio Marziale e dell’Assessore regionale alle politiche sociali Federica Roccisano, di organizzare al Consiglio regionale della calabria un incontro di approfondimento e di concertazione sulle linee guida regionali per l’affidamento familiare. Numerosa la partecipazione di delegati delle associazioni e delle camere minorili  provenienti da tutta la regione e dalle famiglie affidatarie che hanno portato il loro contributo qualificato a partire dalle loro esperienze familiari e professionali.E’ stata ribadita la valenza di questa forma di solidarietà familiare che coinvolge la cittadinanza e che si prefigge di dare una famiglia di appoggio a tanti minori che vivono un disagio familiare, opportunità che va fatta conoscere in tutti i territori, che va  inserita nel panorama più ampio del nuovo sistema di Welfare che l’assessore Roccisano- di concerto con il forum del terzo settore- sta ridisegnando in calabria,con una progettualità precisa che garantisca la temporaneità ed il recupero della famiglia d’origine, investendo risorse umane e finanziarie,garantendo alle famiglie affidatarie il sostegno da parte dei servizi sociali che in atto appare carente o quasi del tutto assente anche per la carenza di operatori sociali.L’incontro  si è concluso con degli impegni precisi che sono stati assunti dalla Regione e dall’Ufficio del garante per l’infanzia: insediamento entro il mese di settembre del coordinamento regionale dei soggetti istituzionali e sociali impegnati nel settore, divulgazione delle linee guida in tutta la regione tramite incontri di formazione, stimolo per l’attivazione dei  cinque centri affidi provinciali previsti, attivazione dell’albo regionale delle famiglie affidatarie, informazione e sensibilizzazione dei Comuni e della popolazione sull’istituto dell’affido. Sulle proposte di modifiche riguardo il sostegno economico alle famiglie che scelgono l’affido, le associazioni ritengono opportuno che queste vadano riesaminate nel quadro più ampio dei servizi che devono essere attivati in favore delle famiglie affidatarie con l’obiettivo di riconoscere all’affido il ruolo di istituto fondamentale per garantire i diritti del minore. Tutto ciò potrà avvenire in modo efficace nel corso dei lavori del suddetto coordinamento regionale dei soggetti impegnati nel settore.  Al Presidente del Consiglio regionale hanno infine chiesto si adoperarsi per l’approvazione del progetto di legge che istituisce l’ Osservatorio dei Minori, strumento importante di monitoraggio, ricerca e formazione rispetto ad un disagio minorile che presenta cambiamenti continui e complessità. Auspicano infine che il dialogo avviato  possa proseguire nel futuro nell’interesse dell’infanzia in difficoltà della nostra regione che richiede scelte di priorità che finora non sono state fatte dalla politica regionale”. E’ quanto scrivono in una nota per la Rete Crescere al Sud Francesco Mollace e Mario Nasone e per le associazioni Campagna Donare Futuro Antonio Mondera.