Regione Calabria, Nicolò: “la levata di scudi di trenta associazioni culturali è l’ennesimo autogol di Oliverio”

regione calabria“La levata di scudi di trenta associazioni culturali (beneficiarie dell’avviso pubblico per le iniziative culturali 2016 della Regione) – che annunciano di adire il giudice amministrativo avverso la graduatoria definitiva pubblicata il 4 agosto scorso, e di rivolgersi persino all’Autorità anticorruzione – è un’altra pagina poco edificante per il Governo regionale – l’ennesimo autogol che rischia di deteriorare ulteriormente l’immagine e la credibilità dell’Ente agli occhi dei calabresi”. E’ quanto afferma il presidente del gruppo di Forza Italia alla Regione Alessandro Nicolò che aggiunge: “Risibili sono ora i tentativi del Governatore di disinnescare le polemiche, addossando tutte le responsabilità della vicenda ai limiti della legislazione vigente”. Rimangono tutte in piedi, infatti, le ombre paventate dalle stesse associazioni  che parlano di ‘vicenda dai mille risvolti di clientela e di intessi partitici’, alla luce del fatto che - stigmatizza l’esponente politico – si è deciso di variare la graduatoria, in corsa, allargando la platea dei destinatari dei finanziamenti e riducendo di conseguenza dall’80% al 50% il contributo regionale rispetto al costo totale dei progetti presentati”. “A suscitare critiche roventi: contraddizioni, presunte gravi irregolarità procedurali, mancanza di chiarezza, coerenza e linearità. Ancora una volta – prosegue Alessandro Nicolò - la Regione procede con interventi ‘a pioggia’, tesi più a dare il contentino e ad alimentare il consenso che a promuovere ed inverare quei processi di crescita culturale ed economica di cui la Calabria ha estremo bisogno”.