Reggio Calabria: torna al Parco Ecolandia il FACE – Festival dell’Arte, della Creatività e dell’Ecocultura

Ecco il programma della prima giornata del FACE 2016, il Festival dell’Arte, della Creatività e dell’Ecocultura che torna al parco Ecolandia di Reggio Calabria

Ecolandia_600Riparte oggi al Parco Ecolandia di Arghillà, a Reggio Calabria, il FACE 2016 – Festival dell’Arte, della Creatività e dell’Ecocultura che da oggi 1 agosto  fino al prossimo 4 agosto intratterrà i reggini con i suoi eventi.
Oggi alle 19.00 ci sarà l’apertura delle mostre mentre alle 21.00 inizierà il concerto Piaceri Proletari *suonano uno swing cantato in italiano influenzato dal folk americano in salsa di balera romagnola.
A seguire tattoo performance VINCENT MANGERUCA *illustratore e tatuatole. L’istallazione LUXONUS di Kernel Festival *istallazione interattiva di luci e suono http://www.kernelfestival.net/luxonus/ e il djset Alex Perdido chiudono il quadro per la prima serata.

#Tradizionevoluzione è l’hashtag che scandirà il FACE 2016, il Festival dell’Arte, della Creatività e dell’Ecocultura, in programma dal 1 al 4 agosto nell’incantevole scenario del Parco Ecolandia di Arghillà a Reggio Calabria. La novità del FACE 2016 è rappresentata da una nuova espressione artistica capace di catturare ed immobilizzare l’arte per poi liberarla attraverso giochi di luce continui.
Il partner, che i direttori artistici Paolo Albanese e Paolo Genoese hanno voluto fortemente portare a Reggio Calabria, si chiama Kernel, piattaforma artistica ideata e prodotta da AreaOdeon che propone nuove sinergie multi-disciplinari tra musica elettronica e sound design, audiovisual mapping, architettura effimera, arte digitale e interattiva.
Nel linguaggio informatico, il termine “kernel” costituisce il nucleo di un sistema operativo. Analogamente, Kernel si propone come piattaforma stabile e permanente sulla quale innestare una serie di attività e proposte mirate ad offrire opportunità di sperimentazione e scambio tra diversi linguaggi espressivi dell’arte contemporanea, tra momenti d’intrattenimento, ma anche spazi di incontro e occasioni di visibilità per giovani artisti.

Avrà così nuovi colori e nuove forme attraverso il progetto LUXONUS, installazione interattiva di luce e suono, prodotta da Kernel/AreaOdeon, in cui le composizioni musicali, create grazie ad uno step sequencer, si trasformano in giochi di luce sul Fortino.
Ad ogni nota suonata, una luce si accenderà ad illuminare l’antica struttura. Il pubblico nel periodo antecedente al Festival, tramite un’interfaccia web, potrà creare, registrare e inviare il proprio contributo musicale dal quale deriverà in tempo reale una corrispondente soluzione di illuminazione.
Le composizioni raccolte tramite web saranno presentate nelle quattro serate. Durante i giorni del Festival, sarà presente anche una postazione in loco, attraverso la quale il pubblico potrà interagire con l’installazione. L’allestimento multimediale farà inoltre da scenografia ai concerti in programma.