Reggio Calabria, sold out per la finale de “I Tesori del Mediterraneo”

L’equipaggio del Comune di Reggio vince la “Regata del Mediterraneo”. Anche quest’anno all’interno della kermesse prima uscita della Reggina 1914

Tesori MediterraneoSi è chiusa in grande stile l’undicesima edizione de “I Tesori del Mediterraneo”, che ha fatto registrare un successo di numeri e di presenze all’Arena Ciccio Franco di Reggio nel giorno della finalissima. L’evento si è concluso domenica con la grande serata finale, ricca di prestigiosi ospiti, durante la quale sono stati consegnati vari premi. Il lungomare già dalle prime ore del pomeriggio accoglieva centinaia di spettatori in attesa spasmodica della gara finale della “Regata del Mediterraneo” che incoronava l’equipaggio del Comune di Reggio con il capitano Fabio Mucciola vincitore dell’undicesima edizione, bissando il titolo dello scorso anno. Secondo e terzo posto rispettivamente al Comune di Amafi ed alla Provincia di Reggio. Foto di rito e, al termine della competizione, finito il puntuale commento, il giornalista Carlo Arnese si è dedicato alla conduzione del talk show. Tra gli ospiti, all’organizzatore dell’evento Paolo Catalano, anche il sindaco di Amalfi Daniele Milano, l’Assessore al Comune di Reggio con delega alla cultura Patrizia Nardi, il neoeletto componente del Consiglio metropolitano Eduardo Lamberti Castronuovo, il Presidente della Reggina 1914 Mimmo Praticò, il Direttore Generale Gabriele Martino, il Presidente SDL Centrostudi SpA Piero Calabrò, l’Assessore provinciale Rocco Biasi. Dal salotto televisivo è emersa la comune opinione della necessità di una rivoluzione culturale che sia il trampolino di lancio per la costituenda città metropolitana. «Imprenditoria, politica e sociale sono tre componenti essenziali – hanno dichiarato in sintonia Catalano, Praticò e Lamberti- che se messe sinergicamente in rete sono in grado di riavviare l’economia e il mercato del lavoro».

Spazio, successivamente, alla showgirl Stefania Orlando per lo spettacolo “L’Olimpo degli Dei” durante il quale si sono esibiti, tra gli altri, i “Soldemar” con Luca Scorziello, il comico Dario Cassini (che nella fortunata serie “Don Matteo” interpreta il ruolo del giudice) e il cantante Moreno che, con i suoi rap, ha animato tutta l’Arena. E’ stato anche consegnato il “Premio Zeus” a Piero Calabrò (Presidente SDL Centrostudi SpA) per “la sua straordinaria carriera di magistrato attraverso la quale ha contribuito in maniera determinante con sentenze che sono oggi parte della storia dei diritti civili italiani. Per aver scritto una nuova pagina di straordinaria valenza sociale grazie alla prima sentenza sul tema dell’anatocismo e per avere, per primo in Italia ed in Europa, individuato la responsabilità civile del produttore, consegnando così uno strumento legislativo di grande progresso per la tutela dei diritti dei consumatori”. Spazio anche alla bellezza con la finale del concorso “La Venere del Mediterraneo” che risponde al nome di Greta Bisogni  (fascia Regione Calabria), gli altri titoli sono andati invece a : Selenia Mannino (fascia Provincia di Salerno) Miss Diana (eleganza), Desiree Mazza (fascia Provincia di Messina) Miss Giunone, Maria Teresa Quattrone  (fascia Provincia di Reggio Calabria) Miss Minerva, Roberta Cardullo (fascia Regione Sicilia) Miss Athena. All’interno della manifestazione “I Tesori del Mediterraneo”, è stata ospitata anche la squadra di calcio Reggina 1914. Soddisfatto per la riuscita della serata il Presidente Mimmo Praticò che ha dichiarato: «Ringrazio l’Associazione Nuovi Orizzonti nelle persone di Paolo Catalano e Natalia Spanò per aver ospitato la Reggina 1914 per il secondo anno consecutivo durante questo evento, per noi ha un valore emotivo e sentimentale molto forte considerando che anche nella scorsa stagione, la partecipazione ai Tesori è stata la nostra prima uscita ufficiale in questa splendida cornice».  «Anche quest’anno – ha spiegato dal palco la Presidente dell’Associazione “Nuovi Orizzonti” Natalia Spanò- siamo riusciti a coinvolgere a Reggio Calabria enti provenienti da tutta l’Italia: il Comune di Amalfi, Civitavecchia, Salerno e tanti altri. Promuovere il turismo nel nostro territorio è l’unico modo per risollevare le sorti della nostra città. Sono anni che noi lavoriamo in tale direzione, crediamo che la nostra città lo meriti». «Sono molto soddisfatto del successo di questa undicesima edizione – ha concluso l’organizzatore Paolo Catalano –  e della partecipazione della città in tutte le giornate dell’evento. Grazie ai canali web e televisivi siamo riusciti a diffondere a livello nazionale ed internazionale la vera immagine della nostra cultura, delle nostre tradizioni e del nostro fare propositivo».