Reggio Calabria, poche settimane alla 32° Mediterranean Cup

Circolo VelicoDal 30 Ottobre al 2 Novembre si svolgerà la 32° Edizione della Mediterranean Cup e la “ settimana di fuoco” è sempre più vicina. Ad accompagnare il tam tam delle rive reggine dello Stretto giunge l’iscrizione della nazionale maltese con ben cinque regatanti che fa seguito a quella già registrata della Norvegia. Ferve anche l’organizzazione del programma collaterale con il tema che accompagna la Kermesse della vela internazionale giovanile. Il 2016 è caratterizzato dalla scelta di un tema  che valorizza la Calabria e Reggio : “Sole,Vento e Mare: energie rinnovabili e ambiente”. Si coglie così l’occasione di interessare e far discutere sull’efficienza energetica come grande occasione per salvaguardare l’ambiente e produrre occupazione.  L’Università Mediterranea e il laboratorio NOEL, il primo studio al mondo per l’esecuzione di attività sperimentale direttamente in mare con tecniche di laboratorio, saranno  a disposizione delle delegazioni italiane e straniere che potranno conoscere le tecnologia più promettenti per lo sfruttamento dell’energia dal mare. Si tende a promuovere un sistema virtuoso di collaborazione tra pubblico, privato, professione, Istituzioni e Sport per portare avanti la Mission dell’Ambiente in un fecondo rapporto con il Territorio. “Nella 32° Edizione della Mediterranean Cup e a trentaquattro  anni dalla fondazione del Circolo Velico- aggiunge il presidente Carlo Colella – poniamo l’accento che il logo multicolore della Mediterranean Cup si abbellisce sempre di più dei colori delle nazionali  che partecipano alla regata italiana che  vanta il maggior numero di edizioni disputate, un record che ci inorgoglisce.” A metà settembre si terrà la conferenza stampa di presentazione con l’illustrazione del programma che si terrà al Consiglio regionale, presieduta dal delegato regionale allo Sport on. Giovanni Nucera.