Reggio Calabria: PIFF 2016 terza serata, “Onde road” celebra la gloriosa epoca delle radio libere

Borgese, Battaglia, Raffa, Zinnato, Falsetta, De Nunzio, LivotiFrizzante, briosa, divertente e coinvolgente. Così è stata la terza serata del Palizzi International Film Festival condotta dal direttore artistico Giacomo Battaglia, con protagonisti il presidente onorario del Festival (già presidente della Film Commition Calabria) Francesco Zinnato, il regista catanzarese Massimo Ivan Falsetta, il giornalista radiocronista di “Tutto il calcio minuto per minuto” Tonino Raffa, l’attore già inviato di “Striscia la Notizia” (in coppia con Mingo) Fabio De Nunzio e la cantante finalista di “The Voice” 2016 Tanya Borgese. Quest’ultima, con la sua voce possente, ha interpretato il pezzo “Sette vite”, riscuotendo applausi a scena aperta. “La radio è ancora un mezzo giovane e molto seguito nonostante la diffusione di internet e dello streaming” – ha detto Tonino Raffa, che ha raccontato com’è nata la storica trasmissione Rai “Tutto il calcio minuto per minuto”. Il giornalista reggino ha regalato alla platea momenti di grande emozione con un documento storico riproducente la voce del grande Corrado Mantoni che il 25 aprile del 1945 annunciava la fine della Seconda Guerra Mondiale. Per la rubrica “Profumo di Libri” Peppe Livoti ha presentato “Sotto il segno della bilancia” di Fabio De Nunzio e “Correndo ho imparato a camminare” del siciliano di origini palizzesi Ismaele Morabito. Nel primo libro l’attore brindisino ripercorre con toni confidenziali e allegri le tappe della sua vita; nel secondo l’autore si sofferma sulla sua passione per la corsa, evidenziando il valore formativo dello sport. Al termine del dibattito, ricco di spunti interessanti, silenzio quasi irreale in Piazza dei Martiri per seguire “Onde Road”, film/documentario sull’epopea delle radio libere, esplose in Italia tra il 1975 e il 1980. Tra balli, risate, musiche di ogni genere, incontri ravvicinati con alieni e personaggi che hanno fatto la storia della radio italiana come Awanagana, Federico l’olandese volante e Fabrice Quagliotti, il regista Massimo Ivan Falsetta (premiato con una targa dal sindaco di Palizzi Walter Scerbo) riporta alla luce quel periodo quando, specie nelle grandi città, le frequenze disponibili venivano occupate da decine di radio libere con speaker e dj improvvisati. Il tutto in un momento in cui si andava conquistando l’etere a discapito dei monopoli delle reti pubbliche nazionali, poco attente alle nuove mode e ai nuovi generi musicali. Stasera attesissima ultima serata, con Giacomo Battaglia che verrà affiancato nella conduzione dalla madrina del Festival Manila Nazzaro. Il maestro Gerardo Sacco presenterà il suo libro “Sono nessuno” e consegnerà l’ambito premio “Caretta caretta 2016” all’attore Giuseppe Zeno. Spazio ai cortometraggi con “Sulle rive di Morfeo” di Cinzia Colacresi, “Thriller” di Giuseppe Marco Albano, “The inanimate eye” di Giovanni Enrico Antonio lusi e “The woman of trouble” di Davide Geria. Sfileranno sul red carpet anche i quattro registi dei cortometraggi in proiezione, l’attrice Miriam Guinea e ancora Tonino Raffa. In palinsesto, infine, la consegna dei premi del concorso fotografico PIFF 2016 dedicato a Arpad Kertész.