Reggio Calabria, Perrone (Cisl): “la città metropolitana deve guardare all’area integrata dello Stretto”

Elezioni Città Metropolitana (6)“Concluse le votazioni relative alle elezioni del Consiglio metropolitano, esaurito quindi il dibattito politico elettorale sul nuovo organismo, nel fare gli auguri ai neo eletti consiglieri metropolitani, è il momento di occuparci dei contenuti. Perché solo in rare occasioni abbiamo avuto modo di leggere argomentazioni concrete ed ipotesi di sviluppo sulla e per la città metropolitana. Come Cisl riteniamo fondamentale concentrarci, come detto, sui contenuti e sulle opportunità strategiche per il territorio. Sviluppo che deve necessariamente camminare di pari passo con i temi sociali anche  attraverso il piano di contrasto alla povertà varato dalla Regione che prevede anche la sperimentazione del reddito di inclusione sociale. E’ necessario che il Governo si impegni ad affiancare la Regione in questa direzione, è inoltre fondamentale a nostro giudizio un vero e proprio piano di welfare destinato al cittadino metropolitano. Sul territorio è necessario puntare sulle politiche di investimento industriale che portino occupazione reale. Dobbiamo sin da subito avviare una discussione seria e concreta sul potenziamo delle infrastrutture materiali ed immateriali, sul definitivo decollo di  porti ed aeroporti, sulla banda larga, sull’agroalimentare, su turismo ed ambiente e sui beni culturali”, scrive in una nota Rosi Perrone della Cisl.

“La Pubblica Amministrazione dovrà, mai come in questo caso -prosegue- essere a servizio del nuovo organismo, utilizzando e valorizzando i dipendenti della ex Provincia che nel corso di questi anni hanno dimostrato efficacia ed efficienza. Come Cisl ci impegneremo al confronto sostenendo progetti e programmi, disponibili a mettere in campo gli strumenti di flessibilità contrattuale a patto che questa non produca nuova precarietà. Il tutto affiancato da un piano per il lavoro. La città metropolitana deve guardare all’area integrata dello stretto, a questo proposito riteniamo interessante il nuovo organismo promosso dalla Regione Calabria ossia “la conferenza per il coordinamento delle politiche dell’Area dello Stretto”.  E’ questa la vera scommessa della neo città metropolitana, solo cosi l’area non tenderà a chiudersi verso se stessa ma potrà diventare strategica nel Mediterraneo, e Reggio, in questo contesto, potrà acquisire un ruolo centrale in tutto il bacino. L’area dello stretto si candida decisamente ad essere il trait d’union tra il Mediterraneo e l’Europa, anche nel settore dei trasporti, dalle merci ai passeggeri. La Cisl -aggiunge- vuole partire sin da subito con argomentazioni concrete. Ma è indispensabile riempire di contenuti il nuovo organismo. Non possiamo perdere altro tempo, è pertanto necessario un confronto costruttivo con i nuovi inquilini del palazzo, l’obiettivo è quello di dare finalmente risposte ai nostri territori. Per tutti questi motivi riteniamo fondamentale un incontro tra il Sindaco della città metropolitana e le parti sociali promuovendo la costituzione del partenariato economico sociale, appuntamento non posticipabile attendendo i classici tempi della politica“, conclude.