Reggio Calabria, passo indietro del Comune sui Gazebo del Lungomare: “ok a rateizzazione senza polizza fideiussoria”

Reggio Calabria: nuovo piano di rientro per i titolari dei gazebo sul Lungomare. Gli Assessori Neto e Muraca: “soluzione di buon senso, ora si proceda ai pagamenti”

gazebo sequestrati Reggio (10)L’Amministrazione comunale di Reggio Calabria ha approvato con apposita delibera di Giunta un’ulteriore riapertura dei termini per la rateizzazione del debito pregresso per il pagamento della tassa sull’occupazione degli spazi e delle aree pubbliche che interessa alcuni operatori di attività economiche presenti sul Lungomare. La delibera di Giunta ha dato mandato al Dirigente del Settore Sviluppo Economico di riammettere al piano di rientro gli operatori commerciali che ne facciano richiesta entro 10 giorni dalla pubblicazione anche in assenza della polizza fideiussoria a garanzia del debito residuo, con una nuova rateizzazione in 60 rate mensili del debito maturato con versamento anticipato del 20% del totale del dovuto. La stessa delibera prevede in ogni caso l’immediata riapposizione dei sigilli ai Gazebo, nel caso di mancato versamento anche di una sola rata del debito residuo pregresso e/o del corrispettivo per le annualità successive.

Con la nuova delibera – ha spiegato l’Assessore alle Attività Produttive del Comune Mattia Neto – d’intesa con il Sindaco Giuseppe Falcomatà, abbiamo offerto ai commercianti un’ulteriore opportunità di ritornare nell’alveo della regolarità contributiva aderendo al piano di rientro. Verificata l’impossibilità per i commercianti di stipulare una polizza fideiussoria, e dando per scontata l’assoluta buona fede degli operatori commerciali, che negli ultimi giorni hanno espresso in più occasioni, attraverso i propri legali, la volontà di farsi carico dei debiti pregressi, abbiamo deciso di andare incontro nuovamente alle loro esigenze senza peraltro derogare dal corretto operato fin qui tenuto dell’Amministrazione Falcomatà che ha sempre agito nella direzione della tutela dell’economia cittadina». «Ritengo la scelta operata sia una soluzione di buon senso da parte del Comune – ha aggiunto l’Assessore Neto che, siamo certi, saprà essere ampiamente apprezzata dai commercianti, con i quali intendiamo mantenere rapporti di proficua collaborazione, fermo restando il pieno rispetto reciproco delle regole e degli impegni che discendono dalla delibera di Giunta“.

Nei prossimi giorni – ha aggiunto l’Assessore alla Legalità Giovanni Muracai commercianti avranno la possibilità di aderire all’ulteriore opportunità di rateizzazione che il Comune sta offrendo, pagando come anticipo il 20% del debito pregresso, oltre alle tasse sul corrente 2016, ed accettando le condizioni del nuovo piano di rientro, che rispetta appieno le modalità previste dalla legge sul tema della legalità e della trasparenza, atteso che, l’eventuale mancato pagamento anche di una sola rata del nuovo piano di rientro disposto, si tramuterà automaticamente nel venir meno delle condizioni stabilite e quindi nell’immediata riapparizione dei sigilli alle strutture che risulteranno morose. Una soluzione di buon senso, favorita anche dall’ottimo lavoro del capogruppo de La Svolta Giovanni Latella, che va nella direzione del recupero delle somme dovute, necessarie anche sotto il profilo finanziario comunale, ed allo stesso tempo fornisce ai commercianti del Lungomare la possibilità di dimostrare concretamente di stare dalla parte del rispetto delle regole, promuovendo attività turistiche importantissime, ancor di più in questo periodo di alta stagione che è fondamentale dal punto di vista economico“.