Reggio Calabria, Neri: “vicino alla chiusura Armonia, dall’ASP e dalla Regione tutto tace”

protesta armonia (3)“Il centro diurno per Disabili Mentali di Reggio Calabria “Armonia”, gestito dalla Cooperativa sociale Onlus “Libero Nocera”, è ormai prossimo a chiudere, dopo un anno di convenzionamento con l’Asp di Reggio Calabria.  Nell’ormai prossima Città Metropolitana di Reggio Calabria sembra non esserci posto per il diritto all’assistenza per chi soffre di disagio psichico. Il delicatissimo settore della psichiatria è sempre più distante da un seppur minimo standard di servizi  e di assistenza.  Ai problemi delle strutture residenziali che aspettano un segnale da ASP e Regione ormai da moltissimi mesi, si aggiunge il silenzio istituzionale per l’unico Centro Diurno Psichiatrico attivo sul territorio della ex Provincia di Reggio Calabria a fronte dei 6 che avrebbero dovuto essere funzionanti. “Armonia” chiude, dunque, poiché proprio dai responsabili della sanità reggina non giunge alcuna risposta”, scrive in una nota Pasquale Neri, Portavoce Forum Terzo Settore Reggio Calabria.Il Forum Territoriale del Terzo Settore di Reggio Calabria – prosegue- chiede a gran voce che chi ha responsabilità istituzionali le assolva appieno;  il diritto alla salute e all’assistenza non va in ferie, ne può essere sottoposto a giochi politici di nomine incessanti di commissari pro tempore.  Ancora una volta sono i soggetti più deboli che pagano per tutti: gli utenti dei servizi a cui viene negato un diritto, i familiari che sono abbandonati a se stessi, gli operatori e gli enti che gestiscono  il servizio a cui non si dice se, quando e con  quali presupposti il servizio potrà riprendere. Tutte condizioni, queste, a cui siamo purtroppo abituati ma che non ci stancheremo mai di rifiutare innalzandoli a normalità”, conclude.