Reggio Calabria, la struggente lettera di una signora malata di cirrosi: “mi serve aiuto per non morire”

De SalvoDi seguito la lettera integrale di Gaetana De Salvo di Reggio Calabria per chiedere un aiuto economico per via di una grave malattia che può essere curata con un trapianto di fegato. Attualmente nessun membro della famiglia Di Salvo ha un’occupazione.

Ciao a tutti,

Mi chiamo Gaetana De Salvo (per gli amici Katia perché il mio vero nome l’ho sempre detestato); soffro da 20 anni di cirrosi epatica scaturita da una malattia criptogenetica (non ho epatite, non ho mai bevuto alcolici e a dirla tutta non mi sono mai piaciuti), per la quale mi e stata concessa l’invalidità del 100% solo 6 anni fa (nonostante ne avessi diritto da subito al contrario dei falsi invalidi di cui ne è piena l’Italia). La mia vita non è stata più la stessa da quando appresi la triste notizia della malattia (avevo solo 32 anni), e più il tempo passa più le mie condizioni peggiorano. Sono da 10 anni totalmente dipendente dai cosiddetti farmaci salva vita, altrimenti ad oggi dubito sarei qui a dirvi ciò. Purtroppo nonostante le varie trasferte (Bologna, Padova, Palermo e Messina) per trovare una soluzione ed essere inserita in una lista trapianti di Padova dal 2007, non sono mai stata chiamata per avere il trapianto, nonostante le priorità “dicono” siano per la gente in fin di vita o per migliorare la qualità della vita (ma evidentemente senza conoscenze o ingenti disponibilità economiche, essere in vita solo grazie alle medicine, non fu per loro una valida ragione per migliorare la qualità di vita di una donna di 40 anni). Adesso mi ritrovo, all’età di 52 anni, a vivere la vita di una novantenne, costantemente a letto, priva di forza e tono muscolare e assumendo sempre più farmaci salva vita. Mi trovo qui a condividere un piccola parte della mia vita (se tale si può definire nelle mie attuali condizioni) e vi chiedo, nelle vostre possibilità, un piccolo contributo per aiutarmi a sostenere queste spese ( viaggi, pernottamenti e molti farmaci per i quali non è prevista alcuna esenzione) Ringrazio anticipatamente tutti coloro i quali mi saranno vicini aiutandomi a combattere e spero, sconfiggere per sempre questo male permettendomi di VIVERE dignitosamente il resto della mia vita

IBAN poste italiane IT98E0760116300001025726637 Intestato a De salvo Gaetana

Postepay 4023 6006 5390 2223 Intestata a De salvo Gaetana

CF. DSLGTN64M47F158T