Reggio Calabria, info utili sulla caccia ai cinghiali in vista della nuova stagione

CESIO IN CINGHIALI VALSESIA,BALDUZZI ATTIVA NAS E NOE“Con la presente, i rappresentanti delle squadre cinghialai della Provincia di Reggio Calabria, riunitisi spontaneamente in assemblea il 27 Agosto 2016, rilevato il numero sempre crescente di pratiche burocratiche necessarie all’iscrizione delle squadre di cinghiali, in seguito ad ampia discussione, i predetti hanno unitariamente definito una proposta per lo snellimento delle procedure per l’iscrizione delle squadre e del rilascio del relativo registro” . Lo affermano in una nota inviata al Presidente della Regione Calabria  Dott. Gerardo Mario Oliverio, al Dipartimento n. 8 Agricoltura E Risorse Agroalimentari della Regione Calabria e al  Presidente dell’ATC RC1 Sig. Concetto Laganà i rappresentanti delle squadre cinghialai della Provincia di Reggio Calabria.

“Con la seguente proposta si richiede quindi:

1) Per l’annata venatoria 2017/2018 si richiederà, per singolo cacciatore, esclusivamente la copia del tesserino venatorio che di per sé include tutta la documentazione necessaria per l’esercizio della caccia (art. 5 del disciplinare);

2) Per l’annata venatoria 2017/2018 si chiede, al fine di evitare la lesione dei diritti dei singoli cacciatori, di posticipare la data di consegna della documentazione per il relativo registro fino a qualche giorno prima dell’apertura della caccia al cinghiale (art. 5 del disciplinare);

3) In considerazione del tempo ridotto rispetto all’approvazione del disciplinare di caccia al cinghiale approvato il 5 Luglio 2016, dei ritardi con cui sono stati consegnati i tesserini venatori e per le difficoltà relative al rinnovo dei porto di fucile si richiede, inoltre, la proroga di 15/20 giorni per la consegna dei documenti  necessari per il ritiro del registro relativo l’annata venatoria 2016/2017.

A margine dell’incontro, inoltre, i partecipanti si sono determinati autonomamente nel costituire un comitato pro-tempore, al cui interno vi è rappresentato l’intero territorio provinciale dalla piana alla jonica, che, nel corso dell’anno solare sosterrà e porterà avanti le richieste, le proposte e le soluzioni alle tante problematiche che sono emerse e sono state evidenziate da più parti durante l’incontro odierno.

Si resta in attesa di cortese, sollecito e favorevole riscontro”.