Reggio Calabria: il 9 agosto la VIII edizione della festa della trebbiatura [INFO]

trebbiatura (11)La Coldiretti di Reggio Calabria organizza la VIII edizione della festa della trebbiatura che si svolgerà martedì 09 agosto 2016 a Condofuri C/da Pietra, presso l’Azienda Sgrò Antonio. Collabora alla buona riuscita dell’evento, il Gruppo Archeologico Valle dell’Amendolea, che curerà le fasi della trebbiatura tradizionale “antica”. La manifestazione è patrocinata dal comune di Condofuri.  A Condofuri,  si effettua la trebbiatura del grano seguendo in parte quelle che erano le tradizioni e i metodi antichi, la tecnologia ha apportato  dei cambiamenti che hanno modificato le vari fasi di lavoro principalmente attenuando la fatica, “i contadini del nostro paese, racconta il titolare dell’azienda, dedicavano giorni e giorni alla mietitura ed alla separazione del  grano e della paglia, ed infine dopo stenti, ansie e fatiche,  disponevano del tanto atteso raccolto, ecco allora che finita la trebbiatura cominciavano i festeggiamenti che molto spesso andavano avanti per diversi giorni”.

Il programma della manifestazione sarà il seguente:

-          ore 17,00 inaugurazione  della manifestazione;
-          ore 17.15 visita aziendale – esposizione di attrezzi;
-          ore 17.30 mietitura tradizionale “antica”;
-          ore 18.15 fasi della trebbiatura antica – trebbiatura con i buoi;
-          ore 19.00 trebbiatura meccanica del grano – imballaggio della paglia;
-          ore 20.00 breve forum – il grano e la farina, a cura del nutrizionista;
-          ore 20,30 pasto a base di prodotti tipici;
-          ore 21.30 tarantella e ballo;
-          ore 22.00 Spettacolo musicale gruppo etnico “I Kardhja”.

Moltissimi i partecipanti che hanno seguito negli anni scorsi  le fasi della trebbiatura, soddisfatti di aver riscoperto i valori di un mondo contadino che tutti  credevano scomparsi perchè travolti dal modernismo ed invece, hanno potuto verificare che nelle aree rurali vivono e lavorano tantissimi imprenditori agricoli che in quel mondo hanno trovato oltre che il  sostentamento,  il loro stile di vita.