Reggio Calabria: grande soddisfazione per il meeting di ieri tenutosi a piazza S. Agostino

Il Comitato piazza S. Agostino di Reggio Calabria si dice molto soddisfatto per il meeting che si è tenuto ieri in piazza

reggio piazza s.agostinoIl Comitato piazza S. Agostino di Reggio Calabria esprime soddisfazione per l’esito del meeeting tenutosi in piazza il 24 agosto u. s. , anche se dalle 21 in poi le avverse condizioni atmosferiche con pioggia hanno costretto a rinviare la parte musicale della  serata, che si terrà il prossimo 9 settembre a partire dalle ore 21,nello stesso posto.  La giornata si era aperta ,come da programma alle 17,30 con giochi e attività sportive di bambini e ragazzi. Decine di giovanissimi atleti hanno partecipato  in particolare  al basket guidati magistralmente dai coach Nino Malavenda e Massimo Modaffari. Molte persone hanno partecipato all’incontro organizzato dal comitato dei residenti e frequentatori della piazza: si sono rivisti vecchi amici, già abitanti del quartiere; mentre  anche i “nuovi abitanti”  della città e del quartiere assistevano e partecipavano alle iniziative in corso, in un clima di perfetta condivisione delle regole di convivenza civile e di accoglienza e  socialità che segnano lo spirito di questi meeting e l’azione del comitato.

Nel presentare la parte culturale della serata, i rappresentanti del Comitato hanno ricordato infatti  l’importanza di iniziative come questa per sollecitare le istituzioni preposte ad una costante, buona manutenzione delle strutture della piazza, luogo importante non solo per il quartiere, ma per tutta la città; nonchè per favorire la comprensione da parte dei tutti i frequentatori, vecchi e nuovi, delle modalità di condivisione di un contesto pubblico e collettivo. Molto interessante è stato il dibattito per la presentazione del volume “Cittadini e Guerrieri”, di Daniele Castrizio, docente universitario e studioso di storia sociale di Reggio e della Calabria, edito da Città Del Sole, il titolare della casa editrice  Franco Arcidiaco, dopo aver portato i saluti dell’Amministrazione Comunale nella sua qualità di Portavoce del Sindaco, ha introdotto l’interessante dissertazione del prof. Castrizio. Quest’ultimo ha ricordato e approfondito la rilevanza di Reggio come luogo strategico per gli assetti politici e militari dell’Italia meridionale nell’antichità , dall’età pre- Magno Greca alla dominazione romana. E il successivo,storico ruolo di subalternità , fino alla quasi schiavitù, della città “per un millennio di invasioni colonizzanti” che dai Normanni “giunge “fin quasi ai nostri giorni”. E che ha sopito nel tempo anche la capacità delle genti reggine di esprimere “Conflittualità , ove necessaria”.  Dalle radici storiche di Reggio si coglie l’importanza anche dei rapporti con Lo Stretto e Messina, con L’Aspromonte e tutto il Mediterraneo(delle forti relazioni, anche nell’antichità  con i popoli mediorientali e nordafricani esistono numerose tracce e vestigia) . Ruolo che potrebbe rilanciare la città nel terzo millennio, specie se si colgono le potenzialità di sostenibilità di Reggio e dello Stretto, nell’ambito del Mediterraneo, che deve tornare ad essere “Un mare di pace e di relazioni” ; a fronte delle guerre e delle tragedie odierne.

In coda al dibattito si è espresso un momento di solidarietà e di vicinanza alle popolazioni del Centro Italia , in queste ore colpite duramente dagli effetti della catastrofe sismica.  Il sopravvento della pioggia ha costretto successivamente a rinviare (al 9 settembre dalle 21 in poi) la parte musicale della festa: l’esibizione del cantautore folk Peppino Piromalli e i balli con DJ set. Appuntamento a tutti il 9 settembre , quindi, per una degna conclusione della Festa di S. Agostino.