Reggio Calabria, dipendenti Sireneuse e Orchidea disperati in corteo sul Corso: “nostre famiglie distrutte” [FOTO]

Reggio Calabria: i dipendenti del bar Sireneuse e della sala giochi Orchidea hanno protestato questa mattina a piazza Italia

protesta dipendenti sireneuse (8)Continua la protesta dei dipendenti del bar Sireneuse e della sala giochi Orchidea di Reggio Calabria dopo la chiusura dei locali giorno 28 luglio da parte dei vigili urbani che hanno notificato il provvedimento emesso dal Comune di Reggio Calabria, e hanno provveduto a chiudere i locali. I dipendenti hanno chiesto l’autorizzazione per un corteo che è stato fatto questa mattina sul corso Garibaldi, con lo scopo di coinvolgere più gente possibile e sensibilizzate tutti. Il corteo, composto da circa 50 persone, è partito dal gazebo del bar Sireneuse sito sul Lungomare Matteotti e si è poi diretto verso piazza Italia. I lavoratori, durante la protesta, hanno avuto un incontro con un consigliere comunale.

Intervistato ai microfoni di StrettoWeb un esponente del sindacato FSI Confintesa ci parla del supporto dato ai lavoratori del Sireneuse. “Abbiamo seguito la vicenda dei lavoratori delle aziende interdette dall’antimafia affiancandoli.
l’importanza della vertenza e far capire alle istituzioni che un nuovo procedimento deve eessere attuato per questa tipologia di problematica, anche per le aziende interdette all’antimafia, ci dovrebbe essere una commissione straordinaria che possa gestire questa emergenza finchè la giustizia non abbia fatto il suo corso“.

Ai nostri microfoni lo sfogo di un lavoratore del Sireneuse: “ho lavorato circa 8 anni al bar Sireneuse e ho costruito una famiglia composta da una moglie e da tre bimbi che ora mi trovo completamente a carico visto che l’unico reddito della famiglia dipende solo dal mio lavoro. La chiusura del locale è stata terribile anche perchè è avvenuta da un giorno all’altro, e ci è letteralmente crollato il mondo addosso“.