Reggio Calabria: Azione Nazionale ha incontrato i cittadini di Ortì [FOTO]

Ortì (1)Mercoledì 10 agosto, il Movimento Azione Nazionale ha avviato il progetto “Passeggiando tra i quartieri” con il primo incontro che ha visto partecipi i cittadini di Ortì superiore. Dopo una breve presentazione, gli attivisti del nuovo Movimento, stimati professionisti reggini, con in testa la coordinatrice cittadina Antonella Postorino, dalla piazza principale ha intrapreso una vera e propria passeggiata. Sono stati gli stessi abitanti ad accompagnare il gruppo per mettere in risalto le criticità attraverso testimonianze e interviste video raccolte dalla troupe. “Da questa prima passeggiata sono emerse tante riflessioni, soprattutto perché ci siamo trovati di fronte cittadini delusi, arrabbiati e stanchi. Purtroppo il tasso di spopolamento del borgo ha raggiunto percentuali elevatissime, tanto da contare soprattutto la presenza di anziani, privi dei servizi essenziali, abbandonati a se stessi”, afferma la coordinatrice AN, “In un luogo dalle grandi potenzialità ambientali, turistiche e agricolo/produttive, bisognerebbe puntare allo sviluppo di infrastrutture e servizi, per far sì che possa tornare a vivere. Sicuramente il tema dei collegamenti è uno dei più dolenti, ma la quotidianità è afflitta da tantissimi altri problemi”. La voce dei cittadini si è fatta sentire soprattutto quando è emersa la mancanza dell’acqua potabile “Non capisco perché lasciarci senz’acqua visto che siamo così pochi. La aprono e chiudono senza preavviso” dice una cittadina. “Alcune vie sono al buio, per avere una lampadina dobbiamo aspettare mesi” – “Non esiste la differenziata e la TARI è altissima” – “Non esiste la rete fognaria” – queste le testimonianze più assordanti. Ma soprattutto gli anziani chiedono un servizio anagrafico decentrato “Sarebbe utile che un impiegato comunale facesse servizio anche una volta a settimana per venire incontro alle nostre necessità, per fare un documento abbiamo bisogno di essere accompagnati e poi bisogna tornare a ritirarlo.

Invece un ufficio, anche presso la vecOrtì (3)chia circoscrizione sarebbe la salvezza per tutti noi”. Continua Antonella Postorino “La partecipazione attiva dei cittadini è stata importantissima, noi abbiamo ascoltato le istanze del territorio, adesso approfondiremo le tematiche esposte e rifletteremo sulle possibili soluzioni nella speranza che chi ha il potere istituzionale ne prenda atto. E’ un percorso di Politica Attiva sul Territorio, perché siamo sempre più convinti che i veri protagonisti debbano essere i cittadini. Noi continueremo ad esserci, mettendo a disposizione le nostre professionalità, ed accoglieremo chiunque abbia voglia di portare avanti il nostro progetto”. Il gruppo durante il percorso è stato coadiuvato dai referenti del Comitato pro-cittadini “TRIBUTI”, dello stesso Movimento, Lorenzo Federico e Saverio Laganà, dalla referente del Comitato del “NO alla riforma Costituzionale”, Ersilia Cedro e dal referente dei giovani del gruppo “Patria”, Domenico Tamiro. Prossimamente verrà prodotto un documento di sintesi corredato dalle interviste/testimonianze dei cittadini e subito dopo si procederà con la seconda passeggiata tra i quartieri per la quale è stata scelta un’altra periferia cittadina.