Reggio Calabria: avviata la bonifica di piazza Milano e aree adiacenti [FOTO]

piazza milano e“Buone notizie per la periferia sud di Reggio Calabria. L’amministrazione comunale ha avviato la bonifica dell’area di piazza Milano, via Palmi, via Scilla e le adiacenze della scuola Bevacqua. Gli interventi sono stati effettuati nei giorni scorsi e sono stati ampiamente apprezzati da tutta la cittadinanza, stanca di quella sgradevole situazione che si era venuta a creare nelle aree verdi di quella zona che si erano trasformate in vere e proprie discariche a cielo aperto, con diversi rifiuti materassi e cartoni abbandonati da qualche incivile che evidentemente non vuole bene al nostro quartiere. Soddisfatti i cittadini, che ora vorrebbero attivarsi in una sorta di comitato per la cura e la gestione del verde pubblico del quartiere, è significativo segnalare come dall’insediamento dell’amministrazione Falcomatà la musica sia cambiata, soprattutto per il rapporto di dialogo e di confronto che esiste tra il Comune e le periferie. Certo sapevamo che l’amministrazione non aveva la bacchetta magica, in quanto le problematiche che si riscontrano sono davvero tante ed interessano tutte le zone della città, ma un decennio di abbandono totale finalmente oggi stiamo notando un cambio di passo importante nella gestione del decoro urbano”, scrive in una nota il Laboratorio politico Jan Palach Sbarre Reggio Calabria. L’intervento nell’area di piazza Milano -prosegue l’associazione- è solo l’ultimo esempio di amministrazione virtuosa. Ma alcuni consiglieri del territorio, l’assessore Zimbalatti e lo stesso sindaco Falcomatà, che hanno effettuato diversi sopralluoghi in questa zona, ci hanno sottolineato che la bonifica della zona sud andrà avanti, con il ripristino del decoro urbano in altri rioni urbani. Quello che è necessario in ogni caso è un cambio di passo sotto il profilo culturale. Finalmente la città sembra essersi svegliata e chiede all’amministrazione degli interventi incisivi sotto il profilo del recupero della dignità di alcune aree degradate che da anni non venivano attenzionate. La palla adesso passa ai cittadini, che devono essere sempre vigili ed attenti affinchè pulizia e bellezza si trasformino in caratteristiche stabili dei nostri quartieri”, conclude l’associazione.