Reggina, il Granillo non è pronto: salta l’esordio, domenica si gioca a Pagani. Intanto è arrivato Coralli

Reggina, preso Coralli. Salta il match con la Paganese al Granillo: si giocherà in Campania

granillo

Niente da fare. La Reggina domenica esordirà nella prima gara ufficiale della stagione lontano dallo stadio Oreste Granillo. La Lega, infatti, ha accolto la richiesta della società amaranto di invertire il campo previsto per disputare la prima sfida di Coppa Italia di Lega Pro, che si giocherà quindi a Pagani in casa della Paganese. Un peccato per la Reggina che deve affrontare una trasferta distante e difficile, e per i tifosi che speravano di poter ammirare per la prima volta la squadra di Zeman allo stadio. Ma le condizioni del Granillo sono disastrate e si sta cercando di lavorare per renderlo accettabile in vista del Derby del 4 settembre, quel Reggina-Messina in programma alla seconda di campionato come esordio casalingo. Dopodomani, quindi, si giocherà a Pagani.
Intanto è arrivato in città Claudio Coralli, attaccante di 33 anni acquistato dal club per il reparto offensivo. Coralli l’anno scorso ha giocato in Lega Pro nel Cittadella, ma soltanto 4 volte è stato titolare: complessivamente ha realizzato 3 reti e 1 assist in 18 partite, di cui appunto soltanto 4 da titolare e 14 da subentrato. Ben 7 volte è entrato negli ultimi 10 minuti di gara. Tutti e tre i gol e l’assist sono arrivati nelle ultime partite stagionali, tra fine marzo e inizio maggio. Decisiva la rete dello 0-1 al Mantova quando Coralli è entrato in campo a 8 minuti dalla fine sul risultato fermo di 0-0 e ha regalato l’11ª vittoria consecutiva alla squadra veneta (nelle precedenti 10 vittorie consecutive era sempre rimasto in panchina).
E’ un elemento importante per esperienza, sperando che a Reggio ritrovi la freschezza per rappresentare un punto fermo del reparto offensivo da titolare.