Presentato a Soveria Mannelli il nuovo libro di Agazio Loiero

poesiaSi è tenuta, presso la biblioteca “Michele Caligiuri” di Soveria Mannelli la presentazione del libro Lorsignori di ieri e di oggi” (Rubbettino) di Agazio Loiero.L’evento, inserito nell’ambito della 24° edizione della storica rassegna di eventi culturali “Essere a Soveria”, ha visto la partecipazione, oltre che dell’autore, del Sindaco Leonardo Sirianni, del vicesindaco Mario Caligiuri, del dirigente di “Fiore di Lino” Luigi Anastasio e dell’editore e consigliere comunale Florindo Rubbettino, i quali hanno illustrato il volume sotto diversi punti di vista. Di grande interesse il dibattito suscitato dall’occasione che ha toccato temi di notevole rilevanza catturando l’attenzione del folto pubblico presente: dal ruolo e dall’eredità della Democrazia Cristiana all’interno della storia d’Italia, all’importanza della politica per la gestione e la soluzione dei tanti problemi che attanagliano il presente.

Loiero ha osservato come proprio in un periodo di crisi della politica, è sempre più importante riscoprirne il ruolo e il compito che essa può avere per la vita delle persone. La crisi della politica, ha commentato Loiero, non riguarda come comunemente si crede tutto il mondo. In paesi di grande tradizione democratica come l’Inghilterra e l’America la politica è viva più che mai e riesce a trasmettere una visione del futuro che orienta il cammino e l’agire degli uomini. Grande spazio è stato riservato al problema dei migranti, problema non transitorio e contingente, come potrebbe apparire ma insito nel mondo moderno. “Non è possibile pensare – ha detto Loiero – che in un mondo in cui il 17% della popolazione mondiale dispone dell’80% delle risorse del pianeta, i più poveri non bussino alle nostre porte per chiedere la propria parte”.  Non sono mancati ovviamente i riferimenti al libro e ai personaggi in esso ritratti intorno ai quali l’Autore ha raccontato gustosi aneddoti mettendone in evidenza pregi e difetti. Il libro riguarda alcuni ritratti di personaggi pubblici (Amato, Berlusconi, Bersani, Bindi, Crozza, D’Alema, De Magistris, Di Pietro, Ferrara, Grillo, Prodi, Renzi, Scalfari, Travaglio, Veltroni) colti in modo inconsueto. La ritrattistica, su cui non si avverte più da tempo il bisogno di indugiare, conserva nel nostro Paese una tradizione nobile. Se questa raccolta di profili aiutasse a riannodare il filo di una trama smarrita, costituirebbe già di per sé un merito.

Prosegue la presentazioend ei libtri durante “Esserea Soveria”. Lunedi 29 agosto alle ore 18 sarà la volta di Gerardo Sacco che presenterà la sua autobiografia dal titolo “Non sono nessuno!”, edito da Rubbettino e scritto insieme a Francesco Kostner. Entrambi presenteranno il libro, presso la Biblioteca “Michele Caligiuri” con gli interventi di Leonardo Sirianni, Florindo Rubbettino e Mario Caligiuri.