Polizia provinciale in azione contro il maltrattamento degli animali nel cosentino

Autovettura Polizia ProvincialeGli agenti della Polizia Provinciale di Cosenza, in servizio al Distaccamento di San Giovanni in Fiore, su disposizioni del Sostituto Commissario Maria Antonietta Pignataro e sotto le direttive del dirigente provinciale Giovanni De Rose, si sono recati nel comune di Cerisano, sulla scorta di alcune segnalazioni giunte presso la centrale operativa del corpo, al fine di verificare presunti atti di maltrattamento ai danni di animali. Dopo una ricognizione in alcune contrade agricole del comune delle serre cosentine, gli agenti hanno individuato un cavallo legato ad una corda all’interno di un uliveto. I poliziotti provinciali, supportati da personale del Servizio Veterinario dell’ASP di Cosenza fatto intervenire appositamente, hanno rintracciato il proprietario dell’animale e hanno rilevato che, benché il cavallo fosse tenuto in condizioni buone di salute, non era però in regola con gli obblighi d’identificazione previsti dalla legge. I controlli finalizzati al benessere e alla prevenzione e repressione dell’insidioso fenomeno dell’abbandono degli animali, proseguiranno nei prossimi giorni sull’intero territorio provinciale, specie in vista dell’esodo estivo, tenuto conto che la Polizia Provinciale, è individuata in via prioritaria tra gli organi di polizia deputati alla prevenzione e al contrasto dei reati a danno degli animali.