Messina: CISL Università, UIL-RUA e CONFSAL trovano accordo per incrementare le risorse

I sindacati CISL Università, UIL-RUA e CONFSAL firmano l’accordo per l’indizione della PEO 2016: 437 dipendenti beneficeranno dello scatto di carriera

bandiere-sindacatiLe Organizzazioni sindacali CISL Università, UIL-RUA e CONFSAL, comunicano che hanno firmato l’accordo sulla Progressione Economica Orizzontale (PEO) 2016 per il personale del comparto in servizio presso l’AOU “G. Martino”. Le scriventi Organizzazioni sindacali considerano la PEO un diritto dei lavoratori e in quest’ottica ritengono loro inderogabile responsabilità mettere in atto tutte quelle azioni volte a garantire la sua attuazione. Il CCNL stabilisce le modalità di calcolo delle risorse che devono essere destinate alla progressione economica orizzontale. Ed è proprio per questo che le scriventi OO.SS. si sono battute per garantire la correttezza delle somme stanziate dall’Amministrazione dell’AOU.
«Siamo riusciti ad ottenere – spiegano i segretari provinciali di CISL Università, UIL-RUA e CONFSAL Maurizio Fallico, Angelo Alessandrino e Nello Pergolizzi – un incremento del fondo pari di 53.040 euro rispetto a quanto precedentemente quantificato dalla stessa Amministrazione nella riunione sindacale dello scorso marzo nella quale si era riservata l’attuazione di ulteriori verifiche sull’ammontare del fondo PEO assegnato. Riteniamo sia di fondamentale importanza informare i dipendenti che, qualora tali somme non siano utilizzate per la PEO 2016 entro il 31 dicembre 2016, non sussiste alcun obbligo di legge per l’Amministrazione di riassegnare tali somme a PEO da indire negli anni successivi».
In considerazione delle leggi vigenti, ed in linea con i recenti pareri espressi dal MEF e dall’ARAN, CISL Università, UIL RUA e CONFSAL hanno ritenuto loro precisa responsabilità garantire la possibilità al personale di partecipare alla selezione PEO 2016, per cui lo scorso 15 luglio hanno firmato l’accordo per l’indizione della PEO 2016. Tale accordo permetterà a 437 unità di personale di beneficiare dello scatto economico di carriera orizzontale. «Siamo sicuri – concludono Fallico, Alessandrino e Pergolizzi – di aver servito al meglio gli interessi di tutti i dipendenti»