Messina, all’Armo di pace il trofeo don Giovanni d’Austria

Palio contradeL’armo di Pace formato da Roberto Manganaro, Robert Micale, Stefano Alizio, Lillo Donato e timoniere Andrea Rotondo dopo la vittoria alla diciottesima edizione del Primo Palio d’Estate, promossa dall’Associazione Motonautica e Velica Peloritana, si è aggiudicato il Trofeo Don Giovanni d’Austria, disputatosi domenica 7 nell’ambito del corteo storico terrestre – navale, per ricordare l’arrivo di don Giovanni d’Austria a Messina, nell’agosto del 1571. La linea di partenza è stata fissata tra due boe gialle dinanzi la sede della Lega Navale Italiana, e le imbarcazioni dopo essere transitate dinanzi la sede l’Associazione motonautica, si sono impegnate nello sprint finale tra la riviera Ringo e il traguardo posto al porticciolo del Marina del Nettuno. Nel secondo appuntamento della stagione delle grandi sfide tra le contrade marinare della riviera nord, piazzamento d’onore, dietro i vincitori, per l’equipaggio della Motonautica- Case Basse Paradiso, formato da Aldo Ruta, Daniele Denaro, Luigi Siracusano, Francesco Visalli e timoniere Carlo Nava; e terzo posto per la barca di Grotte con Stefano Manganaro, Augusto Saija, Nino Neri, e Franceco Longo ai remi e Fabrizio Denaro al timone. La gara intensa e come sempre ricca di emozioni per via di una corrente non favorevole, ha esaltato l’esperienza ma anche la passione dei giovani atleti a bordo delle paciote a quattro remi– le classiche imbarcazioni caratterizzate dal basso pescaggio e dalle veloci linee d’acqua.