Messina, Accorinti interrogato dal gruppo PDR-Sicilia Futura: “Attendiamo risposte certe”

PDR- Sicilia Futura interroga il sindaco di Messina Accorinti riguardo il bando per la riqualificazione di una parte del centro storico

Presentazione Ars pdr Sicilia Futura“Una situazione al limite dell’abuso di potere, ma ad un simile atteggiamento dell’Amministrazione Accorinti siamo ormai abituati, resta comunque il fatto che ancora una volta chi dovrebbe amministrare con serenità e trasparenza sta mettendo in mostra il peggio di sé, rinviando, omettendo e ancor peggio facendo credere di fare e non facendo tutti quegli atti concreti che potrebbero ridare ossigeno al territorio”.
Lo afferma il vicepresidente del Consiglio comunale Nino Interdonato che con il gruppo consiliare del Pdr-Sicilia Futura ha depositato una interrogazione urgente con risposta scritta al fine di conoscere le reali intenzioni della Giunta sul bando relativo alla “Riqualificazione e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della città di Aosta”.
“E’ auspicio del gruppo Pdr-Sicilia Futura – ha concluso Interdonato – che l’Amministrazione dia regolarmente corso alla graduatoria già esitata dalla Commissione anche se, a cinque giorni dalla scadenza dei termini non si sa nulla sui criteri con cui verrà definita la proposta del Comune di Messina da inoltrare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri entro il 30 agosto ed è, questo, già un segnale poco rassicurante, ma eloquente, che sempre più caratterizza il modus operandi di amministratori adusi ad alimentare sospetti e dietrologie piuttosto che adempiere al proprio dovere, ribadiamo, con serenità e trasparenza”.

Segue interrogazione urgente con risposta scritta:

Al Sig. Sindaco del comune di Messina
Prof. Renato Accorinti

all’Assessore all’Urbanistica
Ing.Sergio De Cola

e al Segretario Generale/Direttore Generale
Dott.Antonio Le Donne

INTERROGAZIONE URGENTE CON RISPOSTA SCRITTA

Oggetto: Società di Trasformazione Urbana il Tirone S.p.A.

premesso che:

• il Consiglio Comunale con Delibera n.10 dell’8 maggio 2014 ha formulato un Atto di Indirizzo relativo alla attività della società a partecipazione comunale di cui in oggetto con indicazioni chiare ed esaustive alle quali l’Amministrazione Comunale non ha dato esplicitamente seguito;

• il Sindaco con i Decreti Sindacali n.11/2015 e n.9/2016 ha formulato indicazioni sulla permanenza dell’interesse pubblico al mantenimento delle partecipazioni comunali del capitale delle varie società tra le quali la società di cui in oggetto, a cui è seguita nell’esercizio del potere di iniziativa la delibera di G.M. n.236/2016;

considerato che:

• lo Statuto della società di cui in oggetto prevede il termine del 31 dicembre 2015 , e analogamente anche la Convenzione sottoscritta tra il Comune di Messina e la società nel 2004;

• la G.M. ha nell’esercizio del potere di iniziativa con delibera n.233/2016 approvato uno schema di nuova Convenzione con la società di cui in oggetto;

• la Commissione Consiliare competente ha richiesto una audizione all’Amministrazione per essere informata sullo stato del procedimento;

• Il CdA della società ha comunicato in audizione di avere avviato, nel tentativo di evitare la liquidazione della società, sulla cui pregressa attività l’attuale amministrazione non ha lesinato critiche e giudizi, una trattativa basata sulla reciproca accettazione di un compromesso che avrebbe potuto evitare un sicuro contenzioso, e allo scopo ha reinsediato il proprio comitato tecnico, integrato da un esperto designato dal Comune e dal RUP, che ha esaminato sotto il profilo tecnico e finanziario le varie proposte di soluzioni di compromesso consegnando la documentazione di valutazione alla società alla fine di marzo u.s.;

• Il CdA della società ha preso atto delle indicazioni del Comitato tecnico e le ha fatte proprie con deliberazione dell’11 aprile scorso inviando la documentazione al Comune in data 21 giugno u.s., al fine di potere istruire una idonea deliberazione di rimodulazione del piano particolareggiato dell’area del Tirone per il Consiglio Comunale;

Atteso che :

• l’avviso pubblico per la Manifestazione di interesse mediante procedura di evidenza pubblica per l’individuazione di soggetti privati ai fini della presentazione di progetti per la : “Riqualificazione e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della città di Aosta”, giusta Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 25 maggio 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 127 dell’1.6.2016, pubblicato nel sito del Comune il 14 luglio u.s. che individua all’art.2 , tra le aree dove proporre interventi, l’area del Tirone;

• il verbale della commissione dell’8 agosto u.s. dal quale si evince che sono state valutate ammissibili 12 proposte e inserite in una graduatoria di merito con punteggi da 90 p. a 41 p. tra le quale anche quella della società in oggetto con punteggio 90 p.

• che il bando nazionale fissa il termine per la presentazione della candidatura del 30 Agosto; tutto ciò premesso e considerato,

Si interrogano il Sig. Sindaco, l’Assessore all’Urbanistica , il Direttore Generale, in ordine a quanto esplicitato in premessa onde conoscere:

• i motivi per i quali alla data attuale non risulta predisposto alcun atto deliberativo di rimodulazione del piano particolareggiato dell’area del Tirone per il Consiglio Comunale;

• quali siano le modalità con cui verrà definita la proposta del Comune di Messina da inoltrare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri entro il 30 agosto con riferimento alla graduatoria esitata dalla Commissione ;

• quali azioni il Sindaco ha intrapreso in relazione agli indirizzi assunti dal Consiglio Comunale con la richiamata delibera n.10/2014 e in particolare il punto 3 relativo alla risoluzione del disagio abitativo delle famiglie attualmente abitanti l’area.

Certo di un benevolo accoglimento della presente istanza porgo distinti saluti.

1°Firmatario
Il Vice Presidente del Consiglio Comunale
Cons. Antonino Interdonato

Co-Firmatari.
Cons.Nino Carreri.
Cons.Rita La Paglia.
Cons. Santi Sorrenti