Maltempo, distrutta l’infiorata di Bovalino: a rischio anche la processione per la festa di San Francesco da Paola [FOTO]

fulminiBovalino (RC) è uno dei tanti paesi che sono devoti a S. Francesco di Paola di cui ricorre quest’anno il 600° anno dalla nascita avvenuta il 27 marzo 1416. Seppur siano trascorsi seicento anni, continua ad essere forte il richiamo costante alla conversione nella convinzione che nonostante la nostra continua infedeltà “Dio ci aspetta ugualmente a braccia aperte”. Di questi tempi, come ogni anno, le vie ed i sobborghi del paese sono in febbrile fermento (soprattutto quelli del Rione Borgo) e si animano per intere giornate di gente laboriosa e  pronta a realizzare quanto di meglio sia possibile per rendere la festa del Santo di Paola sempre più solenne, bella ed attraente. Come dicevamo, nel Rione Borgo (rinomato borgo marinaro) è ormai consuetudine abbellire con la tradizionale “infiorata” il percorso che il Santo farà per raggiungere, al termine della processione serale (condizioni meteo permettendo), la via del mare; qui sarà  poi imbarcato e navigherà sulle onde partendo dal lato sud (zona ponte Malachia) per giungere, dopo circa un’ora nella zona nord (Sant’elena). I punti salienti del percorso religioso sono: Via Garibaldi, Piazza Margherita. i vicoli stretti e caratteristici del borgo, Corso Umberto I° ed il Lungomare. In questi giorni, gli amici di S. Francesco non hanno badato nè a spese nè tantomeno al tempo sottratto alla famiglia per dedicarsi, con grande “passione ed entusiasmo” all’addobbo di balconi, finestre e per dipingere, come di consueto sull’asfalto infuocato, suggestivi quadri colorati che richiamano alla mente la straordinaria fede che ha animato prima ed accompagnato poi il Santo di Paola nel corso della sua intera vita religiosa; fede fatta di carità cristiana verso i più poveri e misericordia verso gli ammalati e derelitti. Come ogni anno, però, non si può fare il conto senza l’oste, e questa volta l’oste non è il mare capriccioso e turbolento ma ha assunto le sembianze del cattivo tempo fatto di lampi e fitta pioggia che ci hanno messo lo zampino presentando al paese  un conto salatissimo. Infatti, dopo aver fatto lavorare senza sosta, per quasi due giorni i tanti volontari del Rione Borgo, nel tardo pomeriggio di ieri ha scatenato l’inferno tramutandolo in un violento acquazzone che ha completamente distrutto il lavoro meticoloso, entusiasmante e certosino realizzato con tanti sacrifici dagli “eroici” borghisani.

Ma nonostante tutto, stamani di buon’ora, ci si è ugualmente rimboccati le maniche e armati di pazienza rastrelli ed arnesi vari si è cercato di riassestare  il percorso per presentarlo, a S. Francesco, in maniera decorosa. Purtroppo anche in questo momento un altro violento acquazzone stà imperversando sul cielo di Bovalino, l’augurio è che almeno per l’orario previsto per la processione (18.30 circa) il cattivo tempo si prenda una pausa e ci consenta di onorare, com’è giusto che sia, il nostro amato S. Francesco di Paola. Ai tanti volenterosi “operai di S. Francesco” và il nostro plauso incondizionato ed il riconoscente ed affettuoso ringraziamento per quanto hanno voluto e saputo fare.

Foto di Pasquale Rosaci