L’Asp di Reggio Calabria condannata per comportamento antisindacale

ASP Reggio Calabria I sindacati  Anpo-Fials medici,  Anaao e Fials accolgono “con favore le sentenze del giudice del Lavoro di Reggio Calabria Dott. D’Ingianna con  le quali  lo stesso ha  doppiamente condannato l’Asp di rc per comportamento antisindacale. In particolare i responsabili delle oo.ss  Serranò, Poeta e Ferraro  sono ricorsi al giudice quale ultima ratio di fronte all’immobilismo e all’indifferenza che contraddistingue l’Asp in tema di relazioni sindacali e di rispetto degli accordi. L’asp dopo aver firmato con le oo.ss della dirigenza medica e sanitaria un accordo che prevedeva l’erogazione  dell’aumento della caratura aziendale per un valore di circa 6 milioni di euro  cifra che rappresenta il 30% di quanto accreditato dai dirigenti e che doveva essere erogato entro il 31 maggio 2016 con vari dilazioni poneva in essere ,un comportamento antisindacale oggi sanzionato, per evitare il pagamento delle spettanze derivanti dai fondi contrattuali vincolati della dirigenza. L’Anpo-Fials medici ,l’Anaao e la Fials tentavano in tutti i modi attraverso missive ed  incontri di far rispettare l’accordo ma , atteso che ogni sforzo si rivelava inutile,  si rivolgevano al Giudice del lavoro il quale con due articolate sentenze emanate il 28 Luglio e il 1° Agosto supportate da  riscontri giurisprudenziali non solo condannava l’Asp ad ottemperare al pagamento di quanto previsto dall’accordo ma trasmetteva le stesse sia alla Procura della Repubblica di RC sia alla Procura generale della Corte dei conti per l’individuazione di risvolti penali e contabili a carico del rappresentante dell’Asp di RC. Naturalmente  nel silenzio e nell’indifferenza delle altre oo.ss più aduse a gridare o a stare in silenzio piuttosto che ad operare  in difesa dei diritti dei lavoratori. La condanna dell’Asp significa che a nessuno è consentito calpestare le basilari norme delle relazioni sindacali che devono essere basate sul reciproco rispetto dei ruoli e sul confronto per cercare di dotare l’Asp reggina del minimo di servizi sanitari necessari ai cittadini. Quindi Anpo-Fials medici  ,Anaao e Fials sono soddisfatti della azione svolta sia in sede sindacale che giurisdizionale che permetterà in breve tempo ai quasi 1000 dirigenti medici e sanitari dell’asp di percepire l’acconto del 30% previsto dall’accordo  e si augurano che in futuro la stessa Asp tenga in giusta considerazione il ruolo sindacale svolto da Anpo-Fialsmedici  Anaao rappresentanti della maggioranza dei dirigenti dell’Asp. Infine i responsabili sindacali Serranò, Poeta e Ferraro ringraziano pubblicamente l’avvocato Domenica Panzera per l’appassionata difesa delle istanze sindacali ruolo che riveste ormai da piu di un decennio e che ,grazie al suo impegno, ha visto molte volte riaffermati in sede giurisdizionali la difesa dei lavoratori rappresentati dalle OO.SS.”.