“La Notte dei Sogni 2016″: gran successo a Gerace per il “Movie Brass Quintet”

Movie Brass QuintetIl 10 agosto a Gerace è andata in scena la magia delle stelle, accompagnata da arte, musica e cultura. “La Notte dei Sogni in un luogo da sogno” – evento alla sua prima edizione – ha richiamato l’attenzione di un numeroso pubblico affascinato dalla splendida cornice di uno dei borghi più belli d’Italia, arricchito per l’occasione da una serie di iniziative tra le quali: concorso fotografico “Vieni scatta e pubblica la tua foto dei sogni”, spettacolo di luci in Piazza Tribuna, “Sogni sotto le stelle” al Chiostro di San Francesco e tre spettacoli musicali in Piazza del Tocco. La prima esibizione è stata quella del “Movie Brass Quintet”, composto da musicisti di professione che hanno alle spalle una lunga esperienza musicale acquisita in ambienti internazionali come il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro San Carlo di Napoli, il Teatro Lirico di Cagliari, Orchestra “A. Toscanini” di Parma, Orchestra Sinfonica di Roma, il Teatro Massimo “V. Bellini” di Catania, Orchestra “Roma Sinfonietta”, Mannheimer Philharmoniker (Germania) ed hanno collaborato con i più grandi Direttori d’orchestra del nostro tempo. Il quintetto è formato dunque da Ilario Dominelli al basso tuba, Alessandro Macrì al corno, Fausto Miglioresi al trombone, Cosimo Ascioti e Vincenzo Macrì alla tromba. Concerto piacevole, prevalentemente incentrato su musica da film e colonne sonore che spaziano da Ennio Morricone a Nicola Piovani e tanti altri. Subito dopo il “Movie Brass Quintet” è stata la volta degli archi della Rosa del Conservatorio di Musica “S. Cecilia” di Roma e, in chiusura, il duo composto da Fabio Macagnino e Massimo Cusato. Partecipazione sentita da parte del pubblico, che si è lasciato trascinare dalla sublime atmosfera della notte di San Lorenzo resa indimenticabile dalla maestria dei musicisti e anche dagli scatti fotografici di tutti coloro i quali hanno deciso di partecipare al concorso fotografico promuovendo Gerace attraverso i social network. Se il buongiorno si vede dal mattino non possiamo che augurarci che questa sia la prima ”Notte dei Sogni” di una lunga serie.

Viviana Campiti