Estate a Messina: la Vara e tutti gli altri appuntamenti dell’Agosto messinese, edizione 2016

Stamattina a Palazzo Zanca sono stati resi noti gli eventi dell’Agosto messinese, a partire dal tradizionale appuntamento con la Vara e i Giganti

vara messina 2014 (73)Il programma delle iniziative promosse dall’Amministrazione comunale per la Vara e i Giganti edizione 2016 e degli eventi collaterali dell’Agosto messinese è stato illustrato oggi alla stampa a Palazzo Zanca dal sindaco, Renato Accorinti; dal direttore/segretario generale, Antonio Le Donne;  e dall’assessore alla Cultura, Daniela Ursino. Alla presentazione hanno preso parte anche i componenti del Comitato storico-scientifico della Vara, padre Ruggeri, Franz Riccobono, Nino Di Bernardo e Marco Grassi. Nel corso dell’incontro è stato anche illustrato il progetto teatrale, organizzato dall’assessorato alla Cultura e dalla Caritas, con il collettivo di attori “Generazione Disagio”. Il laboratorio teatrale, avviato lo scorso 24 luglio, alle Case Gescal, si concluderà domani, martedì 2, alle 21, con la performance “Messina mon Amour – sciarra e cuttighiu”, che si terrà nella parrocchia Maria Regina degli Apostoli, salita San Filippo superiore. “Con le difficoltà economiche note a tutti, stasera prende il via proprio qui a Palazzo Zanca, nel cortile dell’Antiquarium, – ha dichiarato il Sindaco – il programma degli appuntamenti dell’agosto messinese, puntando molto sul coinvolgimento di associazioni, enti e soggetti privati. Per quanto concerne la Vara ed i Giganti, simboli identitari della popolazione messinese, abbiamo voluto assicurare anche quest’anno, rispettando i limiti imposti dalla Corte dei Conti, l’aspetto connesso alla particolare fruizione popolare della festività di mezz’agosto, che trasmette una grande carica emozionale, il grande senso di appartenenza ad una comunità che – ha concluso Accorinti – il 15 agosto si stringe attorno al simbolo che più di ogni altro coniuga fede e tradizione”.  “Quest’anno la Vara sarà sempre tradizione ma con una maggiore partecipazione e coinvolgimento dei giovani – ha proseguito l’assessore Ursino – i quali sono stati coinvolti a fare parte attiva dell’organizzazione, chiamati a partecipare ai concorsi. Da messinese, amante delle tradizioni, ho preso parte diverse volte alla processione e la conosco bene – prosegue la Ursino – ma ho conosciuto soltanto adesso attraverso le riunioni avute con il Comitato Vara la complessa ma tanto affascinante macchina organizzativa. Nel sottolineare la grande intesa, che si è instaurata con tutti i componenti del Comitato, li ringrazio per il percorso condiviso e per i consigli e le decisioni prese insieme, così come ringrazio tutti i dirigenti e il personale degli uffici coinvolti, i giovani che hanno voluto far parte dell’organizzazione, i professionisti ed i privati che, ancora una volta, hanno sostenuto la manifestazione più importante della nostra Messina che senza il loro contributo non si potrebbe rinnovare anno per anno. Messina e i messinesi sono assetati di cultura, opportunità e occasioni per uscire, e sicuramente chi fa può sbagliare, ma chi non fa e ostacola le azioni e le cose compie un reato e un danno ancor più grande per la propria Città dimostrando di non amarla. Amore – ha concluso l’Assessore – vuol dire dono e scambio, dare possibilità e opportunità; privare, bloccare e contestare vuol dire odiare”. Quest’anno, con la Vara 2016, parte la pagina facebook dell’assessorato alla Cultura per poter presentare gli eventi e le attività, la Rai riprenderà alcune immagini della manifestazione religiosa, mentre l’attrice Maria Grazia Cucinotta insieme all’assessore Ursino, a partire da ottobre prossimo lavorerà ad una produzione di un docu-film sulla Vara, tratta da storie vere, storie di miracoli e di esperienze vissute che saranno selezionate per il concorso, “Vara una Storia Vera”. Questa produzione sarà ancora una volta una possibilità per i giovani e avrà una ricaduta sul territorio, utilizzando maestranze locali. Previsti anche altri due concorsi, uno di fotografia sull’istantanea più suggestiva ed emozionante del Ferragosto messinese dal titolo “Scatta il ferragosto” e l’altro di pittura “Dipingi la Vara”; quello che risulterà vincitore sarà inserito nell’immagine grafica coordinata di tutta la comunicazione della Vara 2017. Infine, come da tradizione, interrotta per qualche tempo, ritorna il balcone addobbato, in modo tale che i balconi lungo il percorso della processione, saranno belli, colorati ed eleganti per dare lustro ed eleganza alla città di Messina. Il programma prevede oggi, lunedì 1, a piazza Castronovo, alle 19, la benedizione del Cippo e gli spari di moschetteria; alle 21/22, nel cortile dell’Antiquarium di Palazzo Zanca, la proiezione di filmati d’epoca e documentari sulla Vara e l’apertura del Museo “Vara e Giganti”; domani, martedì 2, alle 21, nella parrocchia Maria Regina degli Apostoli, Case Gescal, San Filippo Superiore, “Messina monamour – Sciarra e cuttigghiu”, dimostrazione del Laboratorio Teatrale del Collettivo “Generazione Disagio” con gli eroici ragazzi gescalioti; mercoledì 3, alle 15, a S. Maria della Valle (Badiazza), il Cammino Francigeno Calvaruso-Badiazza dell’Associazione Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia; alle 19, il convegno “La Badiazza e le Vie Francigene di Sicilia”, relatore Davide Comunale, ed esibizione del coro Schola Gregoriana Messanensis, diretto da Giovanni Lombardo; giovedì 4,  alle 20, la processione di S. Placido, dalla chiesa di San Giuliano a San Giovanni di Malta, a conclusione dell’Anno Giubilare Placidiano; domenica 7, alle 18, al Porto e alla Passeggiata a Mare, lo spettacolare sbarco di Don Giovanni d’Austria – Corteo storico navale e Palio d’Agosto; palazzo zancaalle 19, sul Lago di Ganzirri, la Processione di S. Nicola; e alle 20.30, a piazza Unione Europea, il saluto del Senato Messinese a Don Giovanni d’Austria con sbandieratori, musici e tamburi; lunedì 8, alle 21/22 nel cortile dell’Antiquarium di Palazzo Zanca, la proiezione di filmati d’epoca e documentari sulla Vara e l’apertura del Museo “Vara e Giganti”; martedì 9, alle 21, nel cortile della Curia Arcivescovile, il concerto per pianoforte con David Carfì;  mercoledì 10,  alle 18, la Passeggiata dei Giganti, da via Catania a Piazza Fazio, Camaro Superiore, accompagnata dai gruppi folklorici, I Cariddi, I Picciotti Missinisi, La Madonnina, Mata e Grifone; e alle 20.30, a Torre Faro, al Pilone, “Platonic Love” la notte di San Lorenzo con il sax di NatMinutoli e DJSET (entrata libera); giovedì 11, alle 21.30, varie esibizioni nel cortile dell’Antiquarium di Palazzo Zanca, “Notte di Note”, concerto della Banda della Brigata Meccanizzata Aosta; il Coro “Note Colorate”, diretto dal maestro Giovanni Mundo; Koros-Giovanenseble, diretto da R. Colosi; concerto Ensemble del Conservatorio Corelli, Trinacria Saxophone Quartet, e infine il duo arpe Gemelle Palazzolo e fisarmonica flauto con A. Sanfilippo – R. Villari; venerdì 12, alle 7.30, il trasferimento dei Giganti da piazza Fazio a Camaro Inferiore; alle 18, la gara ciclistica Trofeo Santa Maria Assunta, con partenza da Cicli Molonia, via Garibaldi e percorso lungo viale Giostra a Piazza Unità d’Italia; alle 20,30, la preghiera e fiaccolata dalla chiesa di Sant’Orsola sul viale Giostra verso la Vara; alle 21, Notte Azzurra “Miti e Leggende dello Stretto”; a piazza Duomo – “Mito di Orione” – Festival lnternazionale del Folklore 2016; scalinata piazza Unione Europea – evento “Mata e Grifone” ; al Monte di Pietà – evento “Fata Morgana”; al Teatro Vittorio Emanuele – lo spettacolo “Scilla e Cariddi”; alla Galleria d’Arte ex Provincia, si terrà “Colapesce”; e a piazza Antonello – lo spettacolo “Mito di Chrono”, isola pedonale; sabato 13, alle 18, la Passeggiata dei Giganti, da Camaro Inferiore a piazza Unione Europea, sempre con i gruppi folklorici, I Cariddi, I Picciotti Missinisi, La Madonnina, Mata e Grifone; alle 19.15, nella Basilica Cattedrale, il concerto per Organo Dir. G. Lombardo, Voci C. Impoco e S. La Manna; alle 21, la Maratona di Ferragosto; alle  21/22, nel cortile dell’Antiquarium di Palazzo Zanca, la  proiezione del film “Made in Italy” (1965) di Nanni Loy, a cura dell’Associazione “La Zattera dell’Arte”; dalle 21 alle 24, visita del Campanile Astronomico della Cattedrale, biglietto 3 euro; domenica 14, alle 20.30, a piazza Castronovo, la celebrazione eucaristica presieduta da Sua Eccellenza Mons. Luigi Benigno Papa; alle 22, la Passeggiata dei Giganti, da Piazza Unione Europea lungo via Garibaldi, sino al viale Giostra e ritorno in piazza Unione Europea, accompagnati dai gruppi folklorici, I Cariddi, I Picciotti Missinisi, La Madonnina, Mata e Grifone; lunedì 15, alle 7.30, il montaggio della gomena “Il Cippo” della Vara; alle 9, i colpi di cannone dalla Stele della Madonna della Lettera; alle 11, nella Basilica Cattedrale il Solenne Pontificale; alle 12.15, sempre nella Basilica Cattedrale, il concerto di Mezzogiorno per Organo D. Gioffrè ; alle 18.30, la partenza della Vara, da piazza Castronovo, sosta sul viale Boccetta per la preghiera sotto la Stele e poi dinnanzi al Palazzo Arcivescovile prima della “Girata”, arrivo a piazza Duomo con la benedizione e Santa Messa; alle 21.30, nella Basilica Cattedrale, il concerto per Organo, G. Lombardo e soprano, Maria Letizia Pallone; e alle 23, lo spettacolo pirotecnico.