Elezioni Città Metropolitana, il ringraziamento di Scionti

Elezioni Città Metropolitana (6)Si è svolta quest’oggi nel salone di Gala dell’ex Municipio di Radicena, la conferenza stampa  con la quale  il Sindaco di Taurianova, Fabio Scionti, ha porto  il suo ringraziamento dopo la recente elezione a componente del Consiglio della Città Metropolitana.  L’occasione ha consentito- davanti a un pubblico numeroso,  e non solo di  addetti  dell’informazione e di Sindaci di  fare il punto sulle prospettive nuove che si aprono  per il territorio  della Piana.  Insieme con Scionti il  Presidente del Consiglio Regionale, Nicola Irto e il Consigliere  regionale  Demetrio Battaglia. Scionti  ha ringraziato i sindaci presenti per il loro decisivo contributo che ha fatto si – nonostante le incertezza della vigilia, legate  alla diversa caratura dei voti di cui ogni elettore era espressione in funzione della popolazione del comune  di appartenenza  –  che  con una scelta   espressione del territorio della Piana,  si sia raggiunto l’obiettivo di essere eletti ed ha ribadito  il proprio impegno in  funzione dell’intero territorio per far si che vengano  rappresentate le istanze e gli interessi  volti alla crescita  delle comunità tutte  della Piana: ambito questo di grande interesse economico e strategico attesa la presenza del Porto  e  del quale Scionti  è  unico  rappresentate eletto fra le file della maggioranza PD  . A tal proposito Scionti  ha rivolto il suo ringraziamento al Presidente Irto per averlo voluto individuare come candidato e porto il  saluto  e l’augurio per la loro elezione ai colleghi Domenico  Giannetta Sindaco di Oppido Mamertina e Giuseppe Zampogna,   Sindaco  di Scido , eletti in due liste minoritarie ed   ai quali ha porto il proprio saluto e l’augurio di una proficua capacità di  collaborazione nell’interesse del territorio   e fuori   delle logiche  sostanzialmente di campanile che caratterizzavano  l’ operato dei consiglieri provinciali eletti nei vecchi collegi. Ha poi preso la Parola L’On Demetrio Battaglia che ha ribadito l’importanza  del momento costitutivo  che si lega alla prima elezione  dei componenti la Città Metropolitana, che saranno chiamati  a disegnarne e costruirne lo Statuto tracciando le linee di quelle che potranno essere le grandi possibilità operative di questo nuovo ente,  che  è riduttivo dire  abbia sostituito le province in quanto  ha possibilità di spazi operativi in forza delle deleghe che la regione in parte ha già conferito e   che conferirà che la rendono soggetto  totalmente nuovo  e con possibilità operative molto più ampie delle vecchie province che – laddove non si è dato corso all’istituzione di aree metropolitane- sono state  esse pure rinnovate con il medesimo sistema del voto espresso dall’assemblea dei sindaci e dei consiglieri comunali. Il Presidente Nicola Irto – facendo anche riferimento a precise critiche al sistema  elettorale mosse da alcuni analisti  ha ribadito che il  sistema può anche essere perfettibile e che sicuramente  dovrà essere perfezionato ma che il processo di riforme che  ha consentito di giungere ad una composizione del nuovo organo  rappresenta una grande occasione per un territorio che presenta  molteplici problematicità e altrettante potenzialità che la città metropolitana potrà contribuire- non solo con i fondi che gestirà – ricordando a tal proposito che il CIPE ha dato il nulla osta alla assegnazione di importanti somme,  quantificate in diversi milioni di Euro – che permetteranno  il varo  di  importanti progetti in  settori attraverso i quali far transitare le tappe  del rilancio della Calabria. Irto ha sottolineato gli importanti  risultati ottenuti dalla Giunta Oliverio, dal Piano regionale dei trasporti a quello  dello sviluppo agricolo, alle progettualità a difesa dell’ambiente e per lo smaltimento dei rifiuti. Forse – ha detto Irto – quello che in queste settimane è stata carente è proprio l’informazione su tutti questi importanti risultati espressione di una politica del fare e delle riforme. Irto ha inteso ribadire l’importanza della scelta  di puntare sul nome del Sindaco di Taurianova per il Consiglio Metropolitano. Nella   provincia di Reggio due sono i grandi centri  con   amministrazioni di centro sinistra : Reggio e , appunto,  Taurianova:  un centro guidato da una amministrazione eletta da poco meno di un anno e che avrà così tutto il tempo per programmare quelle azioni che si renderanno necessarie per il futuro della Città Metropolitana.  L’On. Battaglia sull’input di alcune considerazioni  della stampa ha poi  inteso  evidenziare che gli attuali  progetti di riforma del sistema elettorale mirino a restituire agli elettori  possibilità di scelte rappresentative del territorio  e non sono indissolubilmente   legate alle scelte dei partiti  a tal proposito  ribadendo come in passato le riforme elettorali italiane avessero – con particolare riferimento al Mattarellum – creato per i partiti – con la previsione dei “listini”  ampie  possibilità di scelta  fino  al  25% degli eletti senza  soverchio obbligo di attenzione verso   le indicazioni dell’elettorato. Tendenza questa che la riforma elettorale alla quale anche il referendum  di modifica costituzionale è finalizzato mirano a porre un sbarramento per restituire ai cittadini un effettivo potere di  elettorale.Alla riunione aveva assicurato la sua presenza anche  il Sindaco Metropolitano, Giuseppe Falcomatà , poi impedito  da  improvvisi  imprevisti impegni.