Controlli e perquisizioni nel reggino: 4 arresti e numerose denunce [FOTO, NOMI e DETTAGLI]

Controlli e perquisizioni nel reggino: numerose pattuglie dell’Arma dei Carabinieri sono state impiegate in una mirata strategia operativa di aggressione ai sodalizi mafiosi, elaborata in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, al fine di contrastare la recrudescenza della fenomenologia criminale

DROGA 2Nel corso dell’ultima settimana sono state ulteriormente incrementate le attività di controllo del territorio svolte dai Carabinieri della Locride, attraverso le Compagnie di Locri, Bianco e Roccella Jonica, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Carabinieri di Vibo Valentia, nell’ambito del piano nazionale e transnazionale di contrasto alla criminalità denominato “focus ‘ndrangheta” e della pianificazione coordinata dei servizi realizzata sulla scorta delle politiche di controllo del territorio implementate sotto la direzione generale del Prefetto di Reggio Calabria, dottor Claudio Sammartino. Numerose pattuglie dell’Arma dei Carabinieri sono state impiegate in una mirata strategia operativa di aggressione ai sodalizi mafiosi, elaborata in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, al fine di contrastare la recrudescenza della fenomenologia criminale. I Carabinieri hanno eseguito controlli e perquisizioni personali e domiciliari nei confronti di pregiudicati inseriti nelle locali cosche di ‘ndrangheta. Nello specifico, il consuntivo dell’attività svolta in punti nevralgici della locride in delicate fasce orarie oggetto dell’incremento degli episodi criminali anche secondo un attento monitoraggio georeferenziale, ha visto il controllo di 392 persone e di 178 veicoli, nonché l’effettuazione di diversi posti di blocco.

Durante i serrati controlli svolti, è emerso che:

-i Carabinieri della Stazione di Bruzzano Zeffirio hanno tratto in arresto un 43enne del posto, per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il medesimo, dopo essere sfuggito a un posto di controllo allestito sulla SS 106 nei pressi di Africo Nuovo, è stato successivamente ritracciato presso la propria abitazione. Nel corso della perquisizione veicolare e domiciliare ha manifestato insofferenza al controllo ed ha colpito un militare. L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Locri;

-i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bianco, unitamente ai colleghi della Stazione di Caraffa del Bianco, hanno tratto in arresto GALLO Domenico, 35enne del posto, per produzione e traffico illeciti di stupefacenti. Lo stesso, a seguito di un controllo sull’arenile di Bianco, è stato trovato in possesso di alcuni grammi di marijuana. La successiva perquisizione presso la propria abitazione ha consentito di rinvenire circa 30 piantine di marijuana, di altezza variabile tra i 70 e gli 80 cm, contenuti all’interno di altrettanti vasi, abilmente occultati dietro alcuni teloni posti sul lastrico solare. Nel corso della perquisizione è stata altresì rinvenuta una pistola giocattolo priva di tappo rosso. Tutto il materiale è  stato sottoposto a sequestro mentre l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Locri;

-i Carabinieri della Stazione di Caulonia Marina hanno tratto in arresto D.D., 30enne del posto, destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Locri. Lo stesso è stato associato presso la Casa Circondariale di Locri dove dovrà scontare un residuo di pena poiché riconosciuto colpevole di rapina;

- i Carabinieri della Stazione di Gioiosa Jonica hanno:

  • tratto in arresto M.M., 47enne del posto, in quanto destinatario di un’ordinanza di aggravamento della misura degli arresti domiciliari con la custodia cautelare in carcere, emessa dalla Corte d’Appello di Reggio Calabria, poiché ritenuto responsabile di associazione finalizzata alla detenzione e traffico di stupefacenti. Lo stesso è stato associato presso la Casa Circondariale di Locri;
  • denunciato un 59enne residente a Roma in quanto trovato in possesso di un’accetta e di un coltello di genere vietato, rinvenuti all’interno del cofano dell’autovettura a lui in uso;

- i Carabinieri della Stazione di Marina di Gioiosa Jonica hanno denunciato un 20enne di Siderno, per guida in stato di ebrezza alcolica. Lo stesso, nel corso di un controllo alla circolazione stradale è stato sorpreso alla guida dell’autovettura della madre con un tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti dalla legge;

- i Carabinieri della Stazione di Caulonia hanno denunciato una 27enne di Bovalino, sorpresa alla guida dell’autovettura della madre con un tasso alcolemico sopra i limiti consentiti dalla legge;

-i Carabinieri della Stazione di Africo Nuovo hanno denunciato un 22enne di Bruzzano Zeffirio in quanto sorpreso alla guida di un’autovettura con un tasso alcolemico sopra i limiti consentiti dalla legge.

- i Carabinieri della Stazione di Stilo hanno denunciato una 68enne del posto per abusivismo edilizio. La stessa avrebbe realizzato un manufatto in cemento adiacente alla propria abitazione senza essere in possesso di alcuna autorizzazione.