Controlli alle attività commerciali nel reggino: 21 lavoratori in nero, 300.000 euro le sanzioni amministrative e le ammende comminate [DETTAGLI]

carabinieriCon l’inizio della stagione estiva il Comando Gruppo Carabinieri di Locri ha disposto una serie di controlli amministrativi ai locali della giurisdizione, con  particolare attenzione a quelli che svolgono attività ricettiva in genere e di ristorazione in particolare. L’attività, che ha visto impiegate decine di uomini dell’Arma in servizio presso il Comando Gruppo di Locri e le sue articolazioni, è stata affiancata da personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro. Le ispezioni, iniziate nel mese di Luglio, ma che continueranno per tutta l’estate, hanno interessato numerosi locali ed attività della locride. I controlli, che come si ricorderà hanno consentito anche di notificare recentemente un provvedimento di sospensione temporanea della licenza ad un noto locale di questo centro, in quanto assiduamente frequentato da persone controindicate, sono stati incentrati soprattutto alla prevenzione e repressione del lavoro sommerso e alla verifica della corretta applicazione della normativa di settore.

In tale ambito, a seguito dei numerosi accertamenti, sono state:

-        ispezionate 9 imprese (di cui 1 hotel, 2 ristoranti, 1 discoteca, 1 ditta di giardinaggio, 1 di pulizie, 1 agricola e 2 di servizi integrati) ;
-        controllati 110 lavoratori di cui 21 sono risultati in nero;
-        sospese 3 attività imprenditoriali;
-        elevate ammende per 206.000 €uro e sanzioni amministrative per un importo di 78.200,00 €uro;
-        denunciate all’A.G.:

  • 4 persone per violazione della normativa in materia di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • 2 persone per omessa visita medica dei lavoratori dipendenti e informazione e formazione dei lavoratori.