Caos e delirio a Reggio Calabria: il centro cittadino è una vera giungla [FOTO e VIDEO]

E’ un vero proprio delirio nel centro cittadino di Reggio Calabria: l’inciviltà di alcuni cittadini reggini regna sovrana

reggio calabria by night4Estate, vacanze, amici e lunghe passeggiate. Sono questi i sinonimi che identificano al meglio la città di Reggio Calabria. Peccato che proprio durante la fase estiva, la città si trasformi in una vera e propria giungla. Per quanto il cittadino reggino medio continui a lamentarsi di un “sistema” che scarsamente funziona, egli stesso è molto spesso causa del suo male. Infatti, nonostante i giganteschi divieti di sosta vietata che riempiono la città, la “malerba reggina” fa orecchie da mercante e infrange qualsiasi tipo di regola mandando in tilt il traffico cittadino. Pur di “ottimizzare i tempi” c’è chi continua a parcheggiare indisturbato sul Lungomare Matteotti, perché tanto “non c’è parcheggio“, perché “tanto lo fanno tutti“, perchè “qui nessuno dice niente” e perché tanto “ieu fila non ndi fazzu“. Caos anche nel largo Colombo proprio sopra la gelateria “Cesare”, divenuta famosa per l’onorato riconoscimento ottenuto, dove in tanti parcheggiano indisturbati le macchine. Tanta inciviltà anche sul Corso Garibaldi, dove si continua a sostare sull’isola pedonale tanto “per cinque minuti non succede niente“. Scenario di così tanta inciviltà è anche Villa Zerbi, luogo simbolo di Reggio Calabria, dove le macchine vengono parcheggiate ancor prima del termine del divieto, che non consente di parcheggiare solo tra le 6.00 e le 22:30.
reggio calabria by night9La sua vicinanza alla  tanto amata gelateria “Sottozero” purtroppo non la risparmia. Con la riapertura dei gazebo, il traffico si è intensificato soprattutto nei pressi del locale “Matteotti”, dove si parcheggia solo “per qualche minuto” giusto il tempo “di un aperitivo o una granita, tanto che ci fa?“. E proprio per questo motivo, proprio per questi pensieri che giustificano atteggiamenti errati, che il cuore pulsante di Reggio Calabria vive un delirio quotidiano. Il centro città durante tutto il giorno è teatro di lunghe code di macchine, che vedono anche alcuni furbetti scegliere di proseguire lungo la corsia di transito degli autobus, rischiando di provocare incidenti. E’ in queste occasioni, che è in mostra l’inciviltà di alcuni cittadini reggini. Tra questi, è possibile trovare anche chi vive altrove ed elogia le città settentrionali per il loro “ordine e rispetto delle regole“. Peccato che, però, ad alcuni sfugga un concetto importante:  la città è dei cittadini che la abitano. I reggini sono la città e proprio loro possono dare nuova vita e linfa alla città di Reggio Calabria trasformandola in un luogo sicuro ed in cui le regole sono rispettate. Reggio Calabria è casa tua, è casa sua, è casa vostra. Solo quando si imparerà ad amarsi di più come cittadini reggini ed amare di più la  città, si potrà veramente cambiare l’odiato sistema.