Arresto Caridi, l’ascesa e la caduta del politico di Reggio Calabria

Arresto Caridi, il politico reggino è stato eletto in Senato, per la prima volta, nelle elezioni del 24 febbraio 2013, con Berlusconi

senatore caridi 02Il reggino Caridi andrà in carcere: il voto di oggi in Senato è stato chiaro e netto ed il verdetto implacabile. Il politico reggino è accusato dalla procura di Reggio di essere tra i promotori di una segreta cupola della ‘ndrangheta. Caridi è stato eletto in Senato, per la prima volta, nelle elezioni del 24 febbraio 2013, con Berlusconi. Nato a Reggio il 26 dicembre 1969, Caridi si e’ laureato all’Universita’ Statale di Milano come tecnico-audiometrista. Figlio e nipote di politici – il padre e’ stato vicesindaco di Reggio Calabria tra il 1993 e il 2001 nelle fila della Democrazia Cristiana nella Giunta presieduta da Italo Falcomata’ e suo zio Bruno e’ stato consigliere provinciale. La prima affermazione politica avviene nel 1997 quando Caridi nel consiglio comunale di Reggio. Dal 2002 al 2007 è stato assessore comunale all’Ambiente e sino al 2010 assessore comunale per le Politiche ambientali. Nel marzo 2010 approda al Consiglio regionale della Calabria con la lista del Popolo della Libertà, risultando il primo delle liste di tutta la provincia con 11.215 voti. E’ stato anche assessore alle Attivita’ produttive nella Giunta regionale di Giuseppe Scopelliti. Nell’aprile 2013 arriva l’elezione a senatore per il Pdl. Nel novembre dello stesso anno, con la fine del Popolo delle Libertà, passa al Nuovo Centrodestra guidato da Angelino Alfano. Partito che lascia un anno dopo, per aderire al gruppo Grandi autonomie e libertà al Senato.