Aperte le iscrizioni all’Università di Messina: la prima iscritta è di Reggio Calabria [VIDEO]

L’Università di Messina ha aperto oggi le iscrizioni ai suoi Corsi di Laurea: la prima iscritta si chiama Chiara Stipo ed è di Reggio Calabria

Chiara StipoSi chiama Chiara Stipo, ha appena compiuto 19 anni, viene da Reggio Calabria ed è la prima immatricolata dell’Università di Messina per l’anno accademico 2016/2017. Diplomata all’Istituto Magistrale “Tommaso Gulli”, ha scelto il Corso di Laurea in Scienze della Formazione e della Comunicazione per proseguire ed approfondire la carriera di studi intrapresa. “Nell’ultimo anno scolastico, tante Università hanno organizzato incontri di orientamento con gli studenti della mia scuola – spiega Chiara – ma tra tutte ho scelto quella di Messina, della quale mi hanno colpito i servizi e i percorsi di studi proposti. Confido tanto nel corso di laurea scelto perché voglio crescere tanto culturalmente e professionalmente. Raggiunta la laurea vorrei poter essere d’aiuto a tutti i bambini che nascono con problemi cognitivi e magari mettere su un centro specializzato per farlo”.
Si sono così aperte oggi le iscrizioni e le immatricolazioni al nuovo anno accademico. Attraverso l’apposita site area (www.unime.it), gli studenti possono effettuare la procedura on-line e acquisire informazioni su corsi e servizi disponibili. Da quest’anno, anche gli immatricolati non dovranno recarsi presso le Segreterie, ma potranno completare tutte le procedure on-line. Per i corsi a numero aperto, la scadenza è fissata al 30 dicembre 2016.
Tante le novità proposte quest’anno, come l’abolizione del numero chiuso per diversi Corsi e l’istituzione di una laurea triennale in “Scienze, tecnologie e sicurezza delle produzioni animali” (anche questa a numero aperto) e di una magistrale in “Scienze infermieristiche e ostetriche”.
Diverse le agevolazioni proposte agli studenti, come l’esonero dalle tasse per tutti i “centisti” e sconti per le famiglie: gli iscritti appartenenti allo stesso nucleo familiare godranno infatti, sul pagamento delle tasse universitarie, di una riduzione fino a € 80 per il secondo componente (che equivale a una completa esenzione dal conguaglio per gli studenti collocati nella prima fascia reddituale) e fino a € 160 dal terzo componente in poi.
“Abbiamo voluto venire incontro – spiega il Direttore generale di Unime prof. Francesco De Domenico – alle esigenze delle famiglie, in un momento particolare sotto l’aspetto economico, introducendo per la prima volta una riduzione per quei nuclei familiari con più di un iscritto al nostro Ateneo. È una misura che si inserisce in un quadro più ampio di collaborazione con le rappresentanze studentesche e che è si è resa possibile grazie ai significativi risultati ottenuti nel contrasto all’evasione contributiva. Questa nuova agevolazione segue, tra l’altro, una più generale riduzione del carico contributivo, della quale hanno già usufruito nell’ultimo anno gli studenti di Unime”.
La novità più recente, poi, è costituita dall’istituzione di una nuova sede didattica distaccata, presso l’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria, dove sarà possibile seguire il Corso di Laurea triennale in Economia aziendale. La sede si aggiunge a quelle di Noto, Modica e Priolo, già attive da anni e dove sono a disposizione altri corsi triennali e magistrali.

Intervista al Prorettore dell’Università di Messina Pernotti [VIDEO]