A Scilla (Rc) la quinta edizione del Premio Prof.Giuseppe Zagari per la Medicina

medicinaVenerdì alle 20,00 al Castello Ruffo di Scilla l’associazione culturale “Costa Viola” in collaborazione con il Rhegium Juli e con il patrocinio del comune di Scilla organizza la quinta edizione del Premio Prof.Giuseppe Zagari per la Medicina (1863-1946).Quest’anno la prolusione del Prof.Francesco Saverio Ambesi Impiombato tratterà il tema dei bambini su misura Designer babies. Annuncia il Presidente Pino Palermo.Riusciremo a rispondere a questa domanda: “Un figlio deve essere creato specificamente per salvare la vita di un’altra persona, o deve essere accolto ed amato incondizionatamente a prescindere dal suo valore strumentale di aiuto per qualcun altro?” La visione non è solo nella prospettiva cristiana, infatti, Kant, , sosteneva che “l’essere umano dovrebbe essere sempre considerato come fine in se stesso e non come mezzo per il raggiungimento dei fini di un’altra persona”. Ridefinire il ruolo dei genitori, dando loro la possibilità di scegliere determinate caratteristiche dei propri figli, anziché accoglierli in modo incondizionato come dono di Dio, sembra gravida di rischi”. Cercheremo di dare una panoramica ampia su questo tema che se pur scientifico entra a pieno titolo nel campo della Bioetica. Il presidente di Costa Viola , continua con il programma della serata, che prevede il ricordo della figura del Prof. Giuseppe Zagari, medico e scienziato da parte deldott.Domenico Pirrotta.Questi i nomi scelti dalla commissione che riceveranno il Premio per questa edizione:alla cosentina ,dottoressa Anna Scalise dell’Università di Udine andrà il premio alla solidarietà, per aver ideato e realizzato il progetto di interscambio generazionale tra giovane ed anziani. Al reggino,Prof.MarioZappia, titolare della cattedra di Neurologia dell’Università di Catania andrà il premio alla carriera per la sua attività di ricerca sul Parkinson.