A Gioia Tauro (Rc) controlli straordinari della Polizia di Stato [DETTAGLI]

Foto 1 (25)

Nell’ambito dei servizi di controllo straordinario del territorio e contrasto alla criminalità svolti nel comprensorio del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro, in seno all’Operazione denominata “Focus ‘ndrangheta”, dall’11 al 21 agosto la Polizia di Stato ha effettuato numerosi accertamenti che hanno consentito di trarre in arresto 1 persona; identificare 278 persone, di cui nr. 105 con pregiudizi di polizia; controllare 122 autoveicoli; elevare 7 contravvenzioni al C. d. S. di cui 2 hanno previsto la sanzione accessoria del ritiro di documenti. Sono state, altresì, effettuate 11 perquisizioni personali, anche alla ricerca di armi; sono stati svolti 118 controlli a persone sottoposte al regime di Arresti o Detenzione domiciliare, Sorveglianza Speciali di P.S. ed altri obblighi. Secondo un piano di azione ormai consolidato, gli uomini del Commissariato di P.S., unitamente al personale della Guardia di Finanza e della Guardia Costiera, hanno controllato 2 stabilimenti balneari. Inoltre, a seguito di mirato servizio finalizzato al contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti, nei giorni scorsi il personale della Sezione Investigativa ha tratto in arresto, in flagranza di reato, C. R., classe ‘91, resosi responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Questi i fatti. A seguito di perquisizione domiciliare, estesa ad altri due fabbricati e all’auto nelle disponibilità dell’uomo, gli Agenti hanno rinvenuto 1 bilancino di precisione, 1 dose di sostanza stupefacente del tipo cocaina dal peso di 6,93 grammi, 1 bustina contente 0,59 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, 2 buste in cellophane di colore nero contenenti rispettivamente 230 e 112 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana. L’arrestato, ultimate le formalità di rito, così come disposto dal P.M. di turno della Procura di Palmi, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari. Successivamente, in sede di udienza di convalida, il GIP ha convalidato l’arresto disponendo per l’uomo la misura dell’obbligo di presentazione alla P.G.