Trovato un cadavere nelle campagne di San Luca: è di Francesco Nirta [DETTAGLI]

Tragedia in Aspromonte, nella provincia di Reggio Calabria: ritrovato il cadavere di Francesco Nirta nelle campagne di San Luca

carabinieri investigazioni scientificheOggi pomeriggio nelle campagne della frazione montana di San Luca nota come “località Melia”, intorno alle ore 16:00 è stato ritrovato il cadavere di Francesco Nirta, 43 anni, coniugato, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, operaio AFOR, legato per vincoli di parentela ai Nirta alias Scalzone, a suo carico non risulta nulla che riguardi la criminalità organizzata. Il cadavere è stato ritrovato dal nipote: si trovava riverso a terra supino, con un’unica ferita, un colpo di pistola sparato al petto all’altezza del cuore. La pistola giaceva accanto al corpo. Al momento il suicidio sembra l’ipotesi più probabile, anche se i Carabinieri stanno lavorando a tutto campo seguendo le varie piste investigative senza escludere nulla. Dai primi accertamenti, sembra che Nirta avesse un figlio con gravi problemi di salute e potrebbero essere stati i problemi familiari a spingerlo a farla finita.

Seguiranno aggiornamenti