Trasporti, Pagano: “Sicilia off limits per i disabili”

treno (3)“Sicilia off limits per i disabili. Per loro l’Italia finisce a Villa San Giovanni. Quanto continua ad accadere in queste ore per i trasporti, pubblici e privati, sullo Stretto e’ indegno di un Paese civile. Il ministro Delrio ha il dovere morale di intervenire”. Lo afferma in una nota il deputato nazionale Alessandro Pagano. “Non solo e’ stata sospesa nei giorni scorsi l’assistenza per i disabili e per i viaggiatori con mobilità ridotta sui treni notturni che si imbarcavano sulle navi traghetto, a causa di assurde disposizioni sulla sicurezza adottate dalla Capitaneria di Porto e con telefonate ‘intimidatorie’ da parte del servizio assistenza per la serie ‘o salite sul ponte della nave durante il traghettamento oppure dobbiamo sospendere il servizio’, ma anche con arrivo diurno a Villa S. Giovanni – prosegue Pagano - non c’e’ alcuna alternativa per i disabili che dovessero andare in Sicilia. La stazione e’ totalmente priva di strutture idonee, anche di semplici scale mobili, per raggiungere gli aliscafi e le navi, anch’esse non adeguate al trasporto dei disabili. Con l’aggravante dei cronici ritardi dei treni delle Ferrovie dello Stato che fanno perdere sistematicamente le coincidenze via mare per arrivare a Messina. Ostacoli e barriere architettoniche vergognose e insormontabili. In tutto ciò Crocetta dorme e pesa il suo silenzio, in particolare sulle discutibili decisioni della Capitaneria di Porto. Adesso si sta provando a correre ai ripari con i soliti tavoli tecnici di dubbia efficacia. Chissà se tutti questi disagi dipendono dalla volontà di privilegiare le società private del trasporto sullo Stretto. In merito – conclude Pagano - presenterò una interrogazione urgente al ministro”.