“Rifiuti spa”: 13 condanne a Reggio Calabria, assolto Andrea Itri

L’indagine della Dda di Reggio Calabria ha portato alla luce le infiltrazioni del clan Alampi negli appalti pubblici della città di Reggio Calabria attraverso proprie aziende

processo13 condanne ed un’assoluzione nella sentenza a Reggio Calabria sul processo Rifiuti Spa, teso a fare luce sugli intrecci tra mafia e rifiuti. L’indagine della Dda di Reggio Calabria ha portato alla luce le infiltrazioni del clan Alampi negli appalti pubblici della città di Reggio Calabria attraverso proprie aziende.

ECCO LE CONDANNE: Otto anni di reclusione agli avvocati Giulia Dieni e Giuseppe Putortì e Rosario Spinella. Condannato a 17 anni il boss Matteo Alampi; 10 anni per Giovanni Alampi, 11 anni Lauro Mamone, 10 anni per Domenico Alati; 8 anni per Giovanna Siclari, 8 anni e 8 mesi per Paolo Siclari; 8 anni per Antonio Quattrone, 8 anni per Carmela AlampiLaura Cutrupi e Carmela Barreca sono state condannate ad un anno e quattro mesi a testa. Assolto Andrea Itri.