Reggio Calabria, un lettore scrive a StrettoWeb: “contro il Campo Coni c’è un accanimento da parte di tutta la politica reggina”

Reggio Calabria, un lettore sul Campo Coni scrive: “destra, sinistra e commissari dimostrano disaffezione nei confronti della struttura”

Coni Reggio (11)E’ indignato un lettore di StrettoWeb, Nuccio Malavenda, il quale sul Campo Coni di Reggio Calabria afferma: “premesso che non sono di nessun partito politico, anzi da un paio d’anni non vado proprio più a votare, posso tranquillamente affermare che contro il Campo Coni, ed i suoi frequentatori, vi sia un vero e proprio accanimento da parte di tutta la politica reggina. Infatti – prosegue- la Destra anni fa, non curava minimamente l’impianto, i Commissari poi, si sono posti i problemi dei bagni, arrivando alla chiusura dell’impianto, ed ora la Sinistra, dimostra ora totale disaffezione, tanto da non trovare un “sostituto” per far aprire la struttura durante il periodo delle ferie del custode titolare. Ieri sera, tutti coloro che, come me, piace effettuare una semplice corsetta all’imbrunire, alle ore 20.00, in punto, sono stati, gentilmente, fatti accomodare fuori dal custode sostituto. In effetti sul cancello d’ingresso della struttura è affisso un cartello, che allego alla presente, con i nuovi orari provvisori (ma sino a quando ? ) ove sono esposti i nuovi orari di apertura (o meglio di chiusura, in quanto l’impianto resta praticamente chiuso per 20 ore su 24). Gli orari impongono che la mattina, il campo Coni rimarrà sempre chiuso, mentre un tempo l’apertura era dalle ore 8.00 alle ore 12.00 (ma giustamente l’assessore allo sport si preoccupa degli “atleti” in quanto anche nelle prime ore della giornata fa caldo). Pomeriggio -aggiunge- l’apertura è alle 16.00 (verrebbe a dire col fresco, ma il fresco probabilmente lo sente solo l’assessore perché in effetti a quell’ora non vi è praticamente nessuno), la chiusura invece è stata anticipata alle 20.00 (praticamente quando vi è la massima affluenza), anziché alle 21.00, come è sempre stata sino ad oggi. Due sono le cose o vi è accanimento contro la struttura di atletica, sita al rione Modena, o l’Assessore del settore (che non so neanche chi sia) non ha mai praticato sport e, pertanto, non si regola proprio sugli orari degli sportivi”, conclude.

Campo Coni