Reggio Calabria, si è svolta la riunione del Coordinamento Cittadino del Partito Democratico

Reggio Calabria, riunione del Pd cittadino: presieduto dall’avv. Giuseppe Morabito, il confronto ha offerto interessanti spunti per l’attività politica cittadina, a partire dalle prossime elezioni del Consiglio della Città metropolitana fissate per il 7 agosto

Pd ReggioSi è svolta presso la sede del PD in Via Mattia Preti, la storica sezione “Battaglia”, la riunione del Coordinamento Cittadino del Partito Democratico. Presieduto dall’avv. Giuseppe Morabito, il confronto ha offerto interessanti spunti per l’attività politica cittadina, a partire dalle prossime elezioni del Consiglio della Città metropolitana fissate per il 7 agosto. In quella occasione, per la quale il corpo elettorale sarà costituito dai sindaci e dai consiglieri comunali in carica nei comuni della Città metropolitana, il PD dovrà essere presente con proprie liste. Anche la rimodulazione del Decreto Reggio, presentata nei giorni scorsi dal sindaco Falcomatà, dovrà essere illustrata in dettaglio ai cittadini interessati ed eventuali correttivi dovranno essere la sintesi di un confronto sul territorio, con i cittadini. Quanto, invece, al referendum di ottobre indetto per approvare o respingere la riforma della Costituzione voluta dal governo Renzi, il Coordinamento cittadino ritiene necessari ed improcrastinabili alcuni incontri che informino, ponendole a confronto, le opposte posizioni, quella del No e quella del Si, avvalendosi dei contributi di costituzionalisti e giuristi. Un’altra riflessione è stata riservata alla recente decisione del consiglio direttivo dei Giovani Democratici, di sfiduciare il segretario Alex Tripodi, eletto da soli quattro mesi ed incomprensibilmente sostituito con un’azione discutibile nei tempi e nelle modalità. Soprattutto perché è opinione diffusa che abbia guidato i giovani del Pd in modo esemplare, nel segno dell’unità e della pluralità, come dai verbali redatti nelle riunioni degli organismi dirigenti. Tripodi avrebbe ricevuto una sfiducia prima e un commissariamento dopo solo per via mail, senza che si riunissero gli organismi preposti e si discutesse nel merito della questione. Al termine dell’incontro è stato deciso, all’unanimità, di affidare al segretario del Circolo PD di Catona, Antonio Costantino, il ruolo di responsabile dei rapporti tra il Coordinamento cittadino PD e l’Amministrazione Falcomatà, al fine di assicurare un costante e produttivo rapporto di collaborazione reciproca per una più efficace azione amministrativa che risponda alle istanze dei cittadini.