Reggio Calabria, si è riunita stamane a Palazzo San Giorgio la Commissione consiliare speciale permanente “Controllo e Garanzia”

palazzo san giorgioSi è tenuta stamane a Palazzo San Giorgio la Commissione consiliare speciale permanente “Controllo e Garanzia” , presieduta dal Consigliere Comunale dott. Antonio Pizzimenti, per audire  il Geom. Giancarlo Cutrupi in qualità di RUP del progetto di inserimento lavorativo “Obiettivo Occupazione”  - avanzata dal Capogruppo consiliare di Area Popolare  Nuovo Centrodestra  Pasquale Imbalzano -  avuto riguardo  ai disagi vissuti dai lavoratori dipendenti e dalle aziende sui  gravi ritardi nelle erogazioni dei contributi economici ad integrazione dei contratti di inserimento  lavorativo. Il Consigliere Pasquale Imbalzano, su input del presidente Pizzimenti, ha introdotto il tema all’odg per ciò che concerne la notizia più volte riportata dagli organi di stampa sull’ oramai prossima erogazione da parte del MIT di una tranche di finanziamento pari a 1.900.000 euro, ovverosia  se questa corrisponda al vero ed entro quando si presuma che la stessa venga accreditata presso il tesoriere dell’Ente. Somma che – se erogata -  chiaramente rappresenterebbe una forte boccata di ossigeno per le 187 aziende coinvolte e i tanti lavoratori vincitori del bando. Il Rup Cutrupi, contestualizzando i fatti da cui si sono originate le difficoltà per il Comune nel rispetto del pagamento delle somme , ovverosia derivanti dagli esiti del pignoramento pari a 4 milioni di euro operato dalla ditta Lafatre per le note vicende del Centro Agroalimentare di Mortara , ha rappresentato che  durante il periodo di gestione commissariale si è dato seguito solo al pagamento di 6 mensilità, con il concretizzarsi di una sostanziale stasi nell’assolvimento degli impegni . Il Rup Cutrupi ha, peraltro, sottolineato che alle note difficoltà di ordine economico finanziario, si sono aggiunte nel tempo ulteriori criticità ascrivibili alla scarsa collaborazione di alcune aziende aderenti al bando , le quali hanno inteso -in via del tutto erronea- utilizzare i fondi economici del progetto lavorativo per finalità non integrative della retribuzione e dei contributi previdenziali-assicurativi, ma esclusivamente come unica fonte di mantenimento della forza lavoro. E’ dunque  chiaro – ha ribadito ancora il Rup – che ogni tipo di difficoltà incontrata negli ultimi anni nella erogazione tempestiva delle somme, ha condizionato enormemente l’attività delle aziende, con i facili e intuibili riflessi sul rischio concreto di licenziamento dei dipendenti vincitori del bando ad opera delle aziende aderenti.           Nelle fasi conclusive della seduta di Commissione, il Rup ha confermato su richiesta del presidente Pizzimenti e del consigliere proponente Pasquale Imbalzano – di concerto con i componenti presenti Marra, Minniti, Castorina, Brunetti, Quartuccio, Gangemi, Mileto, Sera, Misefari, Burrone,  Maiolino – che a seguito della prenotazione di accreditamento inoltrata al MIT in data 23 giugno 2016, i fondi pari a 1.900.000 euro verranno trasferiti entro la fine del mese di luglio e saranno oggetto di pagamento nel più breve tempo e   per la misura del 50% del credito vantato dalle aziende e dai lavoratori,  in rapporto  alle annualità 2013-2014-2015. Infatti le somme indicate non appaiono sufficienti per la copertura totale dei crediti relativi anche all’annualità 2016, atteso che per le rimanenti somme sarà necessario che il Comitato di gestione del Decreto Reggio operi una nuova rimodulazione – d’intesa con il MIT – per far fronte al pagamento  delle somme vantate e attualmente prive di copertura, oggetto –come si ricorderà- della procedura esecutiva della curatela Lafatre.