Reggio Calabria, San Roberto si accende per l’estate 2016 [PROGRAMMA]

Anche il Comune di San Roberto di Reggio Calabria è pronto per l’estate 2016: ecco il programma completo degli eventi

2016-07-29-PHOTO-00000039Musica, teatro, danza, letteratura, gastronomia, e soprattutto il binomio natura-tradizioni popolari: sono gli ingredienti del cartellone estivo 2016 realizzato dall’Amministrazione Comunale di San Roberto, per valorizzare le decine di appuntamenti artistici e culturali che animeranno l’estate nel territorio comunale, da oggi, per tutto il periodo estivo.
Il programma è stato presentato oggi presso il palazzo comunale, alla presenza del Sindaco, Roberto Vizzari, e dell’Assessore al Turismo, Sport e Tempo libero, Scuola ed Edilizia Scolastica, Claudio Megale, ed è stato realizzato col patrocinio della Regione Calabria, del Parco Nazionale dell’Aspromonte, in collaborazione con i comitati Feste patronali e le associazioni del territorio.
La ricetta vincente dell’offerta culturale proposta quest’anno, dopo anni di notevoli successi, è la capacità di unire linguaggi diversi, dalla letteratura allo svago, dallo sport alla musica fino al teatro popolare e alle arti performative, proponendo una gamma di eventi in ogni angolo del territorio.
#NaturalMentEstate lo slogan voluto ed utilizzato dall’Amministrazione che vuole offrire ai visitatori, e ai cittadini, l’opportunità concreta di vivere le bellezze di un piccolo paesino ai piedi dell’Aspromonte, in una sintesi perfetta tra arte e cultura, natura e paesaggio, convivialità e buoni sapori. Tanti aspetti, tante eccellenze, che contribuiscono a valorizzare la vitalità e l’attrattività.
“Quello che presentiamo oggi – ha esordito il Sindaco di San Roberto, Roberto Vizzari – è un programma estremamente variegato, nonostante le difficoltà economiche che si attraversano, che sta per entrare nel vivo con la prima festa patronale, proprio da stasera, e che si fonda sullo spirito di portare divertimento e buon umore attraverso un bel lavoro fatto in sinergia tra associazioni, comitati festa e comune. Un cartellone frutto di una collaborazione continua ed armoniosa con tutto il territorio: a coloro che sono stati presenti durante gli incontri che abbiamo fatto, a comitati festa ed associazioni bisogna dire “grazie” per lo spirito con il quale hanno affrontato il periodo di programmazione, lavorando con passione, con grande senso civico, spirito di sacrificio”.
“Partiamo dalla nostra identità – continua – per creare quel filo rosso che rende ogni evento più importante e degno di attenzione. Abbiamo individuato una serie di parole chiave: tradizione e green-culture su tutte. E su questa base abbiamo strutturato un programma di eventi qualità. Vogliamo innovare, siamo convinti che si possa rilanciare il turismo del Mediterraneo, dell’entroterra, di tutta la Calabria, attraverso la cultura del paesaggio. In questi mesi ci siamo costantemente dedicati al verde, investendo parecchio su questo fronte. La scelta di luoghi simbolo, come il Parco Comunale da poco rinnovato, le piazze, percorsi naturalistici come quello del Vallone Santa Tecla, vanno in questa direzione. Innovazione, ma anche tradizione: tanta musica popolare, spettacoli etnici, commedie dialettali, e anche una originale sfilata medievale”.
Tra le novità più interessanti va segnalato il Primo “Taranta Festival dello Stretto”.
“La musica popolare – ha esordito l’Assessore Claudio Megale -  da arte marginale si è trasformata negli ultimi anni in un importante fenomeno di massa, ha acquisito importanti spazi, credibilità e prestigio tali da trasformarsi in un vero e proprio movimento culturale. Un movimento che parla di rivincita sociale, che è diventato il simbolo di un popolo che vuole riappropriarsi della sua autentica identità culturale e storica. Si tratta di un obiettivo che anche noi ci siamo prefissi, e che come amministrazione abbiamo portato avanti già lo scorso anno, puntando fortemente sugli artisti locali, e che quest’anno vogliamo riaffermare organizzando questa prima edizione del Festival che speriamo di poter ampliare e replicare negli anni successivi”.

IL PROGRAMMA – Si parte con la festa patronale nella frazione di Acquacalda, che domenica vedrà lo spettacolo musicale degli Etnosound, per poi lasciare spazio alle risate ed alla comicità di Tonino Pironaci, cabarettista calabrese tutto pepe che si esibirà nel nuovo Parco Comunale di San Roberto. Danza e musica cubana faranno da preambolo alle feste patronali di San Roberto e Melia, che vedranno esibirsi ospiti importanti come Cosimo Papandrea, Ivana Spagna e le gemelle Chiara e Martina Scarpari. Letteratura, tetaro e commedie musicali prima del Festival della Taranta. Ed ancora musica e tradizione con le feste nei centri di Colelli e Samperi, con gli spettacoli finali di “Officina Kalabra” e “Gioia Popolare”.  Sport, col primo torneo “Città di San Roberto” e divertimento giovanile nella seconda metà di agosto, prima dell’originale “Viaggio nel Medioevo: usi, costumi, giochi e degustazione”.
“Siamo convinti – ha concluso il Sindaco Vizzari – di poter soddisfare il pubblico di tutte le età. La Calabria ha bisogno di essere conosciuta attraverso la bellezza dei suoi luoghi, ma anche per la forza trascinante e per il fascino delle sue tradizioni”.

San Roberto 2016