Reggio Calabria: presentata la 2^ edizione di CorriCatona Trofeo “Amici di Domenico e Chiara” che si svolgerà sabato sul Lungomare

Foto Tavolo conferenza CorricatonaLa sala Giuditta Levato di palazzo Campanella a Reggio Calabria ha ospitato la conferenza stampa di presentazione della seconda edizione della CorriCatona – Trofeo “Amici di Domenico e Chiara”, patrocinata dal Consiglio regionale della Calabria e dedicata alla memoria di Domenico Tortorici e Chiara Matalone, i fidanzati calabresi uccisi a Brescia nel marzo del 2012. La manifestazione si pregia del contributo del comitato calabrese della Fidal, dell’asd Atletica Minniti, dell’associazione Nuova Solidarietà e dell’Avis comunale di Reggio Calabria.

La CorriCatona avrà luogo sul lungomare di Catona, località cara ai due giovani, sabato 16 luglio p.v. a partire dalle ore 16:30 e l’intero ricavato delle iscrizioni sarà devoluto all’associazione “Amici di Domenico e Chiara”, promotrice di iniziative annuali in ricordo dei due ragazzi.

Domenico Tortorici e Chiara Matalone sono stati uccisi a Brescia nella notte tra il 3 ed il 4 marzo del 2012, insieme alla madre di Chiara, Francesca Alleruzzo, e a Vito Macadino, uomo che Francesca stava frequentando. A commettere il plurimo omicidio, l’ex compagno di Francesca, Mario Albanese, condannato all’ergastolo nel 2013, con conferma in appello l’anno successivo.

La conferenza stampa si è aperta con un minuto di silenzio per le vittime dello scontro ferroviario in Puglia. Quindi gli interventi del segretario – questore del Consiglio Regionale della Calabria Giuseppe Neri e del consigliere comunale Vincenzo Marra, che ha porto i saluti del sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, fuori Reggio per impegni istituzionali. Hanno inviato i loro saluti anche il presidente della Provincia Giuseppe Raffa e l’assessore provinciale alla Cultura e alla Legalità Eduardo Lamberti Castronuovo, impossibilitati ad essere presenti per la convocazione della riunione di Giunta a Gallico, in occasione del primo aggiornamento sullo stato dei lavori per la costruzione del terzo lotto della Gallico-Gambarie.

I dettagli della manifestazione sono stati illustrati da Ignazio Vita, presidente del comitato calabrese della Fidal (Federazione italiana Atletica leggera), Pino Pignata, presidente dell’asd Atletica Minniti, Fortunato Scopelliti, presidente dell’associazione Nuova Solidarietà, Antonio Romeo, presidente dell’Avis comunale di Reggio Calabria.

Espletate le formalità di iscrizione, a partire dalle ore 18, ad intervalli di 15 minuti, avranno inizio le gare per 250 metri (concorrenti nati dal 2009 in poi), 500 metri (concorrenti nati tra il 2006 e il 2008), 1000 metri (concorrenti nati tra il  2003 e il 2005). A grande richiesta quest’anno, infatti, sono state inserite anche le gare per i più giovani. Una sorta di anteprima alla quale seguiranno alle ore 18:45 la gara non competitiva su un percorso completo, con andata e ritorno, lungo 2 chilometri, e alle ore 19:30 la gara competitiva su cinque percorsi completi, con andata e ritorno, che si snoderanno su 10 chilometri. Già sono circa duecento i partecipanti, provenienti anche da fuori regione, alla gara competitiva, inserita nel circuito dei campionati di società (cds) master di corsa su strada, ossia il campionato regionale scandito da dieci tappe; questa di Catona, programmata per sabato, sarà la settima. La competizione si avvarrà del cronometraggio elettronico in base al sistema Timing Data Service (TDS).

“Ringrazio tutti coloro che continuano a sostenere le iniziative dell’associazione e che, con noi familiari, ricordano così Domenico e Chiara. Erano due giovani gioiosi e pieni di vita. Per questo l’associazione si propone di onorare la loro memoria con iniziative di aggregazione che animino i luoghi in cui loro hanno trascorso ore felici e spensierate, dove ancora sembra di vederli passeggiare mano nella mano, mentre con coraggio vivono il loro giovane e già grande Amore. Il lungomare di Catona è proprio uno di quei luoghi in cui possiamo ritrovarli sorridenti e in cui, tutti insieme e con quello stesso sorriso, possiamo continuare a tenerli con noi”, ha concluso Nuccio Tortorici, padre di Domenico e presidente dell’associazione “Amici di Domenico e Chiara”.

corricatona