Reggio Calabria, MSR contro Falcomatà: “in una città allo stremo si continua ad inaugurare luoghi”

A Reggio Calabria, è tanta l’indignazione del MSR il “Movimento Sveglia Reggio” che si scaglia contro Falcomatà per le diverse inaugurazioni attribuite all’amministrazione comunale attuale

Piazza Italia6MSR contro Falcomatà - Notevole l’indignazione del MSR “Movimento Sveglia Reggio”, che sottolinea come “in una città allo stremo, preda di una governance che da un lato all’altro vede coinvolte le principali organizzazioni criminali cittadine, per gettare fumo negli occhi, per far vedere che le cose “si fanno” si continua ad inaugurare luoghi di Reggio, riportati in auge dai privati, come se la loro ristrutturazione fosse merito di questa giunta Comunale“. Il riferimento è non solo all’inaugurazione del Lido Comunale, ma anche alla Villa Comunale e a Piazza Italia. Nel primo caso, il MSR “Movimento Sveglia Reggio” dichiara che “il “Lido Comunale” dato in gestione all’unica società partecipante, inaugurato dal Sig. Sindaco come se lui stesso avesse contribuitoailavori di sistemazione (fatti per contratto dal vincitore della gara), e poi basta spostarsi di poco per vedere il degrado delle cabine, molte con porte divelte, e rifugio di sbandati e prostitute, lo sporco della zona Sud del Lido ed i periodici scarichi fognari della zona Nord che in realtà rendono la struttura non balneabile e maleodorante. Ma la passerella è fatta, il merito (?) preso, che conta se invece di Miami Beach abbiamo Disaster Beach e nessuno chiede conto ai vincitori del bando“.

Nel secondo caso, invece “sempre il buon Falcomatà è andato all’alba, e romanticamente ha detto che grazie all’impegno del Comune la stessa è degna di essere come il “Central Park” di NY. Che è grande quanto Reggio. Ma passiamoci sopra, si sa di prima mattina non si è molto lucidi, ma dire che il comune ha fatto tutto quando le piante, la videosorveglianza ed i fondi sono stati donati da privati, e la zona è stata sistemata e le giostrine donate da due associazioni, la FIDAPA  e la INTERNATIONAL INNER WHEEL, beh non mi sembra molto corretto per l’amministrazione arrogarsi l’aver sistemato la zona come se il recupero fosse esclusivo merito“. Infine, per il terzo caso “Piazza Italia”, bella cerimonia, complimenti per aver ridato un pezzo importante della città ai cittadini, ma il sig. Sindaco poteva evitare di arrogarsi tutti i meriti, visto che i fondi per completarla e sistemarla sono dovuti alla vecchia giunta regionale, 800 milioni di € stanziati con D.G.R. 547 del 6.11.2011 dall’allora giunta di CDX”. Il Movimento conclude scrivendo che “non era male se lo stesso primo cittadino verificasse le condizioni costantemente e desse a Cesare quel che è di Cesare, sicuramente raccoglierebbe più consensi che non arrogandosi il merito di aver fatto tutto, senza poi nemmeno controllare come vano le cose, o se tutto è in regola. Canile di Mortara Docet, dove ancora stann morendo dei poveri animali senza che dalle autorità competenti sia arrivato nemmeno un…..”Bau”.