Reggio Calabria, Mileto: “la legalità non è un optional. Associazioni di categoria tutelino commercianti e cittadini onesti”

palazzo san giorgio (2)“Leggo con sconcerto le dichiarazioni rilasciate dal referente regionale di Federturismo Confindustria Giuseppe Nucera che critica l’apposizione dei sigilli ai gazebo abusivi del Lungomare operata dalla Polizia Municipale. Non comprendo le ragioni di una posizione illogica che mira a giustificare gli operatori morosi che non hanno pagato le imposte per l’occupazione del suolo pubblico, mettendo in discussione il rispetto delle regole e danneggiando tutti gli imprenditori onesti della città che ogni giorno sudano sette camicie per sbarcare il lunario ed operare nella legalità”. È quanto dichiara in una nota il consigliere Antonino Mileto del gruppo La Svolta. “Il Signor Nucera, che vanta peraltro trascorsi politici in alcuni partiti di destra come Forza Reggio e Forza Italia, parla di intempestività del provvedimento – dichiara ancora il Consigliere Mileto – ma è ovvio che la legalità non deve conoscere stagioni. Non esiste estate o inverno per chi lavora onestamente, pagando le tasse e contribuendo al rilancio dell’economia cittadina. Inoltre è bene rammentare che la questione dei gazebo va avanti ormai da diversi anni e non è certo una vicenda dell’ultimo mese. Molteplici sono le occasioni offerte dall’Amministrazione agli operatori commerciali di mettersi in regola, ritornando nell’alveo della legalità, rateizzando i debiti sulle tasse mai pagate. Il Comune si è occupato della questione durante tutto l’anno. Anche dopo la sentenza del Tar pubblicata a fine maggio, che ha dato ragione all’ineccepibile operato del Comune, l’Amministrazione ha deciso ad inizio giugno di riaprire la scadenza per l’adesione dei commercianti al piano di rientro, consentendo una nuova rateizzazione sulle imposte e chiedendo il versamento di appena il 5% del debito pregresso. Una condizione assolutamente favorevole che comunque non è stata sfruttata dai commercianti”. “La verità è che l’apposizione dei sigilli ai gazebo morosi - ha aggiunto Mileto - è un provvedimento sacrosanto che serve a tutelare tutti i commercianti onesti che ogni giorno alzano la serranda e portano avanti la loro attività con fatica e nel rispetto della legalità, ma anche nei confronti di tutti i cittadini-consumatori che pagano regolarmente le tasse e pretendono di vivere in un posto in cui il rispetto delle regole sia un valore tutelato. Questi sono gli atteggiamenti che fanno riferimento alla coscienza del buon padre di famiglia, che l’Amministrazione tutela e valorizza. Piuttosto non mi capacito del fatto che le altre organizzazioni di categoria, che rappresentano i commercianti cittadini, non prendano una posizione netta di sostegno verso tutti gli atti mirati a limitare gli atteggiamenti illegali, abusivi o morosi, per tutelare gli operatori corretti che si confrontano sul mercato nella legalità e con onestà. Il rispetto della legge è una prerogativa essenziale per tutelare l’economia. Questa città ha bisogno di una profonda rivoluzione culturale: i comportamenti non lineari vanno stigmatizzati, non certo tollerati o peggio ancora tutelati. E le associazioni di categoria su questo dovrebbero essere chiare ed integerrime. E poi naturalmente se i turisti che stanno arrivando in massa per visitare il nuovo Museo Nazionale si riverseranno sul Lungomare a gustare un gelato o un aperitivo in un gazebo delle attività che regolarmente pagano le tasse, allora i commercianti morosi comprenderanno che rispettare le regole non solo è giusto, ma conviene anche”.