Reggio Calabria: lunedì manifestazione a sostegno dell’azione della Procura della Repubblica

LaPresse/Adriana Sapone

LaPresse/Adriana Sapone

“L’incisiva azione svolta dalla locale Procura della Repubblica, diretta dal dott. Federico Cafiero De Raho, non può continuare a vedere una società civile impaurita che deve, invece, imparare a trovare la forza ed il coraggio di reagire per sostenere se stessa insieme a coloro che, magistrati, non stanno solo mantenendo fede agli impegni assunti di fronte al popolo reggino ma che stanno sacrificando la loro vita, i loro affetti per liberare questa città e questa provincia da un sistema criminale che per lunghi anni ha rubato il futuro a tutti. Mai più “popoli che hanno bisogno di eroi” per rivendicare la loro volontà di vivere da persone libere, per questo la parte più sensibile della società civile di Reggio Calabria e della sua provincia si è data appuntamento, lunedì 25 luglio prossimo, per manifestare pieno sostegno e riconoscenza all’opera che stanno svolgendo magistrati e Forze dell’Ordine che, anche in queste ore, nonostante le esiguità di organico, stanno dimostrando il grande impegno in favore di tutti noi”, scrive in una nota il comitato promotore. “Nella consapevolezza - prosegue la nota- che non basti una solidarietà virtuale ed aleatoria ma che occorrano azioni concrete affinché anche il Governo Nazionale prenda coscienza che una “Nuova Primavera” sta nascendo in Calabria, l’appuntamento è alle 17,30 a Piazza Italia, di fronte la Prefettura di Reggio Calabria, luogo e simbolo di un Governo che ha il dovere di intervenire anch’esso per sostenere l’azione della magistratura, tempestivamente riferendo al Governo. E’, questo, il tempo e il momento di mettere da parte schieramenti ideologici e futili dispute nominaliste per dare dimostrazione, fuori e al di sopra di ogni interesse personale, di una volontà larga e diffusa di voler vivere in una comunità libera, liberata dall’oppressione e dal giogo della ndrangheta e di qualsiasi entità segreta e illegale”, conclude la nota.