Reggio Calabria, Latella, Iachino e Ruvolo: “le periferie sono al centro dell’agenda politica”

opere zona sud pellaroLa frazione di Pellaro insieme alle altre periferie cittadine sono al centro dell’agenda politica prodotta da questa amministrazione. Attraverso la capacità di ascolto, il dialogo, la condivisione con i cittadini, il Sindaco Falcomatà e la Giunta dimostrano di avere a cuore le sorti dell’area sud della città, lavorando sulle esigenze quotidiane sottolineate dalla popolazione ed al contempo rispettando quella necessità di programmazione che guarda alla costruzione di un percorso di sviluppo a medio e lungo termine”. E’ quanto dichiarano in una nota i consiglieri Giovanni Latella (La Svolta), Nancy Iachino (Pd) e Antonio Ruvolo (Psi). “L’avvio dei lavori del ponte sul torrente Fiumarella, atteso da quasi un decennio dai cittadini residenti in quell’area, rappresenta solo l’ultimo esempio in ordine di tempo della capacità produttiva dell’Amministrazione Falcomatà, che in questo primo scorcio di legislatura è riuscita ad attivare, o riattivare, decine e decine di cantieri disseminati su tutto il territorio comunale, fermi ormai da diversi anni per l’incapacità della vecchia classe politica di andare incontro alle reali esigenze dei cittadini”. “Sul territorio di Pellaro - prosegue la nota congiunta dei consiglieri - diversi sono i progetti in itinere, tutti peraltro già illustrati e condivisi con i cittadini in occasione dell’importante iniziativa pubblica tenutasi qualche settimana fa presso il centro civico di una delle frazioni costiere più belle e popolose della nostra città. Basti pensare al già programmato avvio dei lavori del ponte di Macellari, considerato al pari del nuovo ponte sul torrente Fiumarella come opera strategica per la mobilità interna, agli impianti sportivi di quartiere da realizzare nell’area mercatale di Lume, che saranno presto avviati, alla consegna dei lavori per la ristrutturazione della palestra di Pellaro, e agli interventi programmati con il Patto per la Città Metropolitana che prevedono la riqualificazione dell’intero fronte mare dell’area sud, con la nuova strada tra San Gregorio, la zona industriale a sud di Reggio e Pellaro, insieme con l’investimento per il parco del vento a Punta Pellaro, e quelli contenuti nel nuovo schema di rimodulazione del Decreto Reggio che prevede la costruzione di una nuova piscina e di un nuovo teatro, e la ricostruzione del manto stradale di tutte le arterie viarie del comprensorio urbano, compresa la rete dei sottoservizi”.

 

«Mobilità, sport, cultura, turismo. La ricetta vincente per il rilancio di un territorio che ha subito negli anni un impoverimento generale, dovuto ad una grave e colpevole disattenzione da parte delle istituzioni cittadine, sulla quale quest’amministrazione ha già dimostrato di poter invertire la tendenza. L’obiettivo adesso – conclude la nota dei consiglieri – è quello di segnare una nuova prospettiva di sviluppo per l’area sud, secondo una visione di insieme che punta sul recupero del rapporto tra la città ed il mare, attraverso la riqualificazione delle aree costiere ed un’opera di efficientemento dei servizi comunali associata al rilancio di alcune infrastrutture strategiche che siano la base per lo sviluppo delle imprese e del turismo, al fine di favorire anche la crescita occupazionale del territorio».