Reggio Calabria, la Fim Cisl ha vinto le elezioni RSU e RLS all’Hitachi

La Fim Cisl ha vinto le elezioni RSU e RLS all’Hitachi, conquistando la maggioranza dei seggi assegnati

IMG-20160420-WA0032Venerdì 08 Luglio 2016, si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle RSU nel più grande è importante stabilimento di costruzione di materiale rotabile ferroviario della Calabria, HITACHI RAIL ITALY (EX OMECA). Sullo stabilimento Reggino da lunedì sventolano le bandiere della FIM CISL grazie alle maestranze dello stabilimento, che con il proprio voto di lista è di preferenza hanno premiato i nostri candidati.

1)   Maurizio        Chiarolla (eletto collegio operai)

2)   Cutrupi          Antonino

3)   Pronestì           James    (eletto collegio impiegati)  

4)   Vazzana          Isidoro

5)   Zampaglione Vincenzo, quest’ultimo RSU uscente, dove va il grande ringraziamento di tutta l’organizzazione sindacale per  i suoi meriti dimostrati gestendo momenti difficili in un momento dove l’incertezza aziendale prevaleva.

 In questi anni la nostra organizzazione sindacale si è distinta grazie ad un lavoro di squadra in sinergia con tutte le strutture Nazionali, Regionali e Territoriali. La categoria e la RSU, sono state sempre in prima linea per difendere ed affrontare le questioni del lavoro e dello sviluppo dello stabilimento, sottoscrivendo in alcune circostanze   accordi importanti. Vogliamo ricordare che lo stabilimento ha attraversato in passato momenti di profonda crisi economica dove le perdite erano più alti dei guadagni, e che ci vedeva proiettati in una Bad Company. Questo sindacato ha avuto il coraggio e la tenacia di responsabilizzare i politici e la città intera attenzionando loro, come questo stabilimento fosse importante per l’economia della stessa e per l’immagine internazionale, affinché, grazie al Sindaco G. Falcomatà il Premier Matteo Renzi è venuto in visita allo stabilimento garantendo continuità lavorativa. Oggi siamo pronti ad affrontare nuove sfide assieme alla direzione Generale Hitachi Rail,  è già il 14 di luglio 2016 è previsto un nuovo  incontro a Roma, per Armonizzare gli stabilimenti  del gruppo rendendoli più efficienti, noi della Fim siamo disponibili a confrontarci nella massima serenità e serietà e  chiediamo all’azienda di rompere con la discontinuità del passato e affrontare gli  l’argomenti tenendo conto che l’armonizzazione deve essere segno di pari dignità per tutti i dipendenti  del gruppo. La Fim ha appreso con grande soddisfazione la vincita della max. commessa da 3 miliardi/€, per la costruzione di 300 treni per il trasporto pubblico regionale, questa deve considerarsi   merito di tutti. La Fim di Reggio Calabria si aspetta che l’azienda regolarizzi e premia i lavoratori riconoscendo la loro professionalità e di guardare in modo definitivo il futuro dei somministrati e interinali, affrontando l’argomento già dal prossimo incontro Romano.