Reggio Calabria, la denuncia della Cisl: “trasferimento di agenti di polizia municipale ai ruoli amministrativi: incredibile ma vero”

Protesta Polizia Municipale (6)“La scrivente Organizzazione Sindacale si vede costretta, ancora una volta, ad intervenire in merito alle procedure che l’Amministrazione Comunale mette in campo per “penalizzare” il Corpo della Polizia Municipale, senza tenere in alcun conto della normativa di settore e delle relazioni sindacali. Dopo una serie di segnalazioni formali inoltrate al Segretario Generale, all’Assessore alla Legalità, alla Dirigente del Settore Affari Generali (naturalmente senza alcun riscontro), con le quali si evidenziavano numerosi rilievi e illegittimità sulla procedura relativa al CAMBIO PROFILO di alcuni agenti da trasferire ai ruoli amministrativi, si è venuti a conoscenza che l’Amministrazione Comunale, nonostante le contrarie rassicurazioni, anche da parte del Sindaco, ha avviato e sta proseguendo l’iter che dovrebbe portare al cambio profilo di alcuni agenti di polizia municipale. Sembrerebbe che nei giorni scorsi, infatti, il neo Dirigente/Comandante della Polizia Municipale abbia inviato una nota al Dirigente Settore Affari Generali con l’indicazione dei dipendenti ammessi alla procedura di trasferimento. Si fa presente, ancora una volta, che gli agenti interessati sono IDONEI ALLA QUALIFICA e possono svolgere  regolarmente i servizi di polizia municipale, quali ad esempio la vigilanza della sede del comando, la vigilanza a Palazzo San Giorgio, il servizio presso la Sala Operativa, i servizi presso gli uffici contravvenzioni e infortunistica stradale con la redazione di atti di polizia giudiziaria”, scrivono in una nota Luciana Giordana e Giuseppe Falcone della Cisl. “Non si comprende, pertanto, come si possa “rinunciare” a ben 16 agenti con un Corpo già sottodimensionato che, malgrado l’encomiabile lavoro degli stessi appartenenti, non riesce a soddisfare pienamente i servizi richiesti dalla cittadinanza. Inoltre, in caso di passaggio ai ruoli amministrativi gli stessi agenti dovrebbero essere sostituiti nelle loro attività da altrettanti colleghi che attualmente svolgono servizio operativo, riducendo così il numero degli agenti impiegati in attività esterna. Tale illegittima e inopportuna decisione, che la scrivente Organizzazione Sindacale ha stigmatizzato sin dal primo momento in cui ne è venuta a conoscenza (facendolo presente in alcuni incontri informali sia al Sindaco che al Vice Sindaco, Assessore al Personale, i quali sembravano addirittura non essere al corrente di quanto si stesse preparando dagli uffici competenti) dimostra ancora una volta scarsa attenzione verso la Polizia Municipale da parte di questa Amministrazione, che, invece di puntare su un settore cosi importante e strategico, produce giorno dopo giorno atti che vanno in senso opposto assecondando le aspettative di singoli operatori, anche in danno dell’interesse pubblico e degli altri dipendenti. Si diffida, pertanto, l’Amministrazione a proseguire l’irregolare iter intrapreso e a voler attivare con tutte le OO.SS. l’idoneo livello di consultazione in materia di dotazione organica“, concludono