Reggio Calabria, indetto uno sciopero di 24 ore dei dipendenti ASP e sit-in di protesta

I sindacati hanno indetto uno sciopero dei dipendenti dell’ASP Reggio Calabria della durata di 24 ore che prevederà anche un sit in di protesta in via Diana

bandiere-sindacatiLe Organizzazioni Sindacali FP CGIL, CISL FP, FIALS e NURSING UP, hanno chiesto con una lettera indirizzata alla Commissione di garanzia, al Prefetto di Reggio Calabria Dr. Claudio Sammartino, alla Commissione Straordinaria ASP di Reggio Calabria Dr. Giacomino Brancati e Dr. Felice Iracà, al Dirigente Generale Dipartimento Tutela della Salute e Sanità Prof. Riccardo Fatarella e al Commissario ad Acta Piano di rientro Sanità Calabria Ing. Massimo Scura la conciliazione della proclamazione di uno sciopero dei dipendenti ASP Reggio Calabria.
Si legge:
Le scriventi Organizzazioni Sindacali FP CGIL, CISL FP, FIALS e NURSING UP, avendo già proclamato in data 23 giugno 2016 lo stato di agitazione del personale dell’ASP di Reggio Calabria per il conflitto in corso determinato da: mancato rispetto Accordo sottoscritto il 16 febbraio 2016; mancata risposta certa da parte del neo Commissario Straordinario, dr. Giacomino Brancati, sui tempi di erogazione dell’anticipazione pari al 30% dell’importo complessivo sulla produttività relativa al periodo 2010-2015 spettante ai lavoratori del Comparto Sanità dell’ASP reggina; mancato avvio dell’iter di perfezionamento del CCDI anno 2016 personale Comparto; mancata organizzazione servizi e processi lavorativi con conseguente esposizione dei lavoratori alle intemperanze di un ‘utenza sempre più insoddisfatta del servizio sanitario erogato; mancata tutela del personale infermieristico rispetto alla campagna denigratoria perpetrata nei loro confronti anche con attacchi mediatici;  mancata previsione di un management e di una Direzione strategica di medio respiro che dia continuità e stabilità ad un ‘Azienda che ha come mission istituzionale l’erogazione della salute
indicono lo sciopero dei dipendenti del Comparto dell’ASP di Reggio Calabria della durata di 24 ore, con la previsione di un Sit-In di protesta nella zona antistante gli Uffici dell’Asp di Reggio Calabria, siti in  Via Diana.
Al riguardo, nel rispetto della vigente normativa che disciplina lo sciopero nei servizi minimi essenziali, anche con riguardo all’Accordo del 20 settembre 2001 sui servizi pubblici essenziali e sulle procedure di raffreddamento e conciliazione in caso di sciopero del personale del Comparto del servizio sanitario nazionale

chiedono alla S. E. l’attivazione delle procedure di raffreddamento e di conciliazione del conflitto in essere, ai sensi dell’art. 8 della Legge 12 giugno 1990, n. 146 e ss. mm. ii. e dell’art. 5 dell’Accordo del 20 settembre 2001“.