Reggio Calabria: il Presidente del centro diurno per Disabili Mentali “Armonia” sul rischio chiusura

Reggio Calabria, il centro diurno per Disabili Mentali “Armonia” rischia di chiudere, le parole del Presidente

Protesta (2)“I giovani dell’armonia sono diventati ancora più folli, continuano a lottare!! Domani mattina alle 10,00 presiederanno insieme ai loro genitori con un sit-in la direzione generale dell’ASP 5, per chiedere la proroga del progetto di apertura del Centro Diurno”. Lo afferma in una nota il Presidente della Coop. Gaetano Nucera.

Ai responsabili della sanità pubblica reggina chiederanno un impegno chiaro e deciso in questo senso, convinti che solo l’insipienza e una burocrazia inefficiente può cancellarne la validità. Stà alla politica e agli amministratori pubblici ( quando si è trattato di inaugurare il centro diurno tutti i politici, dalla Regione al Comune compresi i rappresentanti dell’azienda sanitaria provinciale, erano tutti lì in prima fila a sorridere e a sentirsi protagonisti per aver partecipato alla realizzazione di questo presidio così importante che ha tolto dalla strada tanti soggetti spesso abbandonati a se stessi e a rischio di comportamenti inadeguati, talora di pericolosità sociale) scegliere se stare dalla parte dei malati e delle loro famiglie o dalla parte della burocrazia inconcludente. I genitori con i loro figli, i volontari e gli operatori dell’Armonia  non perdono la speranza. Invitano l’opinione pubblica a stringersi a loro e a condividere questa azione di civiltà”.